Vitinia - Mezzocammino Tor de' Cenci / Via del Risaro

Vitinia, frigoriferi e transenne gettati nel fosso: "Vanno rimossi perchè da lì finisce tutto nel Tevere"

Nel fosso che scorre sul confine tra i Municipio IX e X si è formata una microdiscarica

Frigoriferi, transenne, segnali stradali. Nel fosso di Malafede, affluente del Tevere che scorre nella riserva di Decima Malafede, si può trovare di tutto.

Dal fosso al mare

La microdiscarica, situata tra il quartiere di Vitinia e la Città Giardino, dunque tra i Municipi IX e X si aggiunge alle mille censite da Legambiente nella Capitale. Questo cumulo di immondizia, però, presenta un aggravante. "Quei rifiuti, trasportati dalla corrente, finiranno nel Tevere che dista appena un chilometro e da lì al mare" hanno fatto notare i residenti.

Una discarica da rimuovere

"Stiamo cercando l'interlocutore giusto a cui segnalare le condizioni in cui versa, in quel punto, il fosso di Malafede. Perchè bisogna intervenire, rimuovendo al più presto tutto quel materiale" ha spiegato Mario Pericolini, già presidente del Comitato di Quartiere di Vitinia. L'area trasformatasi in discarica, si trova all'interno del cosiddetto "sentiero Trilussa", un percorso ciclopedonale di 3 km formalmente riconosciuto dall'ente regionale RomaNatura.

La diga di rifiuti

La richiesta di rimuovere, con urgenza, i rifiuti nasce da una considerazione. La loro presenza, oltre che per il Tevere ed in prospettiva per il mare, rappresenta una problema anche per l'area dove il fosso scorre: la valle del Risaro. C'è il rischio infatti che formi una specie di diga, cosa che comporterebbe l'esondazione del corso d'acqua. "Lì negli anni 80 era stato costruita una passerella che veniva utilizzata dai residenti per attraversare il fosso - ha spiegato Pericolini - quel ponticello è stato distrutto dalla piena del 9 marzo". In effetti tra i detriti della microdiscarica si notano anche dei tubi innocenti che venivano utilizzati come supporto della passerella.

Un ponticello da costruire

"Il ponte ciclopedonale andrebbe ripristinato, perchè era utilizzato dai ciclisti e da quanti volevano raggiungere Vitinia o la Città Giardino" ha sottolineato l'ex presidente del CdQ. In tal senso si erano anche espressi il Municipio IX ed il Municipio X che, al Comune, avevano chiesto di predisporre appositi stanziamenti in bilancio. Prima di realizzare il ponticello, però, vanno sicuramente rimossi i rifiuti. Perchè, oltre a deturpare l'area, rischiano di finire in mare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vitinia, frigoriferi e transenne gettati nel fosso: "Vanno rimossi perchè da lì finisce tutto nel Tevere"

RomaToday è in caricamento