Vitinia - Mezzocammino Vitinia / Viale Luigi Guglielmi

Torrino Mezzocammino: la viabilità tra vecchi problemi e possibili soluzioni

I problemi legati alla sicurezza stradale di Torrino Mezzocammino, tra le commissioni municipali e le proposte avanzati dai residenti

Viale Guglielmi rappresenta indubbiamente un’arteria di grande scorrimento di Torrino Mezzocammino. Sviluppandosi a ridosso dell’abitato e di una scuola, la sua percorrenza e l’insicurezza stradale che i residenti vi riscontrano, rimangono un tema centrale nel quartiere.“Abbiamo programmato la prossima Commissione lavori pubblici  per il 9 maggio – ci fa sapere il Consigliere Agostino Colapicchioni che della commissione è presidente – e penso che ci sarà a breve un sopralluogo da parte dei servizi tecnici, per la segnaletica stradale. Purtroppo la strada in questione è ad alto scorrimento  e gli interventi da fare sono molto limitati, comunque  - promette Colapicchioni - invieremo i vigili urbani per poter chiarire il tutto”.

PALLIATIVI - E da “chiarire” c’è molto.  Perché come ha scritto un residente allo stesso presidente della Commissione LL.PP. “Viale Guglielmi è tutta sbagliata. Trattandosi di una sorta di ‘tangenziale’ che attraversa il quartiere ,  bisogna operarvi accorgimenti idonei e definitivi al fine di  costringere gli utenti a limitare la velocità. Se si fanno palliativi come le barre rumorose – ha infine considerato il cittadino - non si risolve niente”.

ALCUNI SUGGERIMENTI - Fabio Cavataio, un altro residente, ha recentemente esposto proprio alla Commissione LL.PP. alcuni interventi in grado d’intervenire sulla questione della sicurezza. “ Si tratta di azioni strutturali – ci spiega il cittadino - che ho proposto di  articolare in 2 fasi distinte temporalmente, per ovviare ad un’ipotizzata assenza di fondi. In primo luogo bisogna spostare l’attraversamento pedonale verso il raccordo, poiché abbiamo calcolato che in caso di pioggia non c’è lo spazio sufficiente di frenata. Poi si devono spostare tre alberature nel giardino della scuola. Il fatto è – ci fa notare Cavataio – che queste piante, poste in curva provenendo da via Cavaceppi, occupano la visuale e non permettono di vedere correttamente l’attraversamento”.

INTERVENTI STRUTTURALI - Compiuti questi step, cui il residente aggiunge il rifacimento delle bande sonore,  alla Commissione Lavori Pubblici sono state avanzate altre proposte “più danarose ma sicuramente anche più risolutive – osserva Cavataio – al fine di migliorare la sicurezza. La prima consiste nell’installazione prima e dopo degli attraversamenti pedonali dei cuscini berlinesi. Poi si dovrebbe procedere con l’installazione di una segnaletica verticale con lampeggiante ed infine con l’avanzamento del marciapiede. Quest'ultimo agirebbe da deterrente: restringendo la carreggiata le auto sono costrette a rallentare. Non credo alla soluzione di un attraversamento semaforico – conclude Cavataio – per il costo di 15mila euro; per il fatto che i pazzi passerebbero anche con il rosso, e perchè la mattina si creerebbe  un disagio incredibile all'utenza automobilistica”.

L'INIZIATIVA DEL MUNICIPIO - Sulle prossime iniziative, il Presidente della Commissione Lavori Pubblici fa sapere che“Inviteremo il Comitato di Quartiere come già fatto in precedenza ed insieme cercheremo di far valere le proposte per risolvere il problema della sicurezza stradale per i pedoni e   - aggiunge Colapicchioni - per trovare un deterrente per gli automobilosti indisciplinati: bisogna che imparino a rispettare i limiti e le segnalazioni stradali. Personalmente  - conclude il Presidente della Commissione LL.PP. -  mi auguro che venga anche votata la legge sugli omicidi stradali”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torrino Mezzocammino: la viabilità tra vecchi problemi e possibili soluzioni

RomaToday è in caricamento