menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torrino Mezzocammino, bene l’incontro col Municipio: spiragli di luce su scuola e trasporti

Giudicato positivamente l'incontro svoltosi con il Presidente Santoro su sicurezza, trasporti e scuole. All'appuntamento, molto partecipato, anche molti rappresentanti delle forze dell'ordine

L’aula magna della scuola elementare Sergio Bonelli, sabato mattina era pienissima. Almeno centocinquanta cittadini hanno partecipato all’incontro organizzato dal Comitato di Quartiere Torrino Mezzocammino. Sul piatto, tutti i temi che stanno tenendo co fiato sospeso i residenti, dalla sicurezza alle scuole, fino ai trasporti.

I TRASPORTI - Su quest’ultimo aspetto, sono state recepite le istanze di cittadini. “Santoro ha ammesso che sono stati compiuti degli errori tecnici, in merito alla messa in sicurezza di viale Guglielmi ed alla riduzione delle corse delle linee, in particolare del 787 – ricorda a margine dell’incontro Francesco Aurea, Presidente del CdQ –  e ci ha promesso che s’impegnerà per risolverli”. Nessuna novità  invece né sul fronte del Filobus né tantomeno su quello della fermata Roma Lido, prevista nel quartiere.

LE SCUOLE - Un altro tema affrontato, è stato quello delle scuole. I cittadini chiedono l’apertura di più classi, in modo da consentire ai bambini che sono rimasti fuori, di poter usufruire di un posto nelle materne di Torrino Mezzocammino. “Ci potrebbero essere significative novità – ha sottolineato Aurea – forse anche in merito all’apertura dell’Asilo di via Trafusa”. C’è poi la richiesta di creare un istituto comprensivo statale nel quartiere “i nostri figli, terminate le scuole elementari, sono poi costretti a lasciare il Torrino Mezzocammino. Anche su questo fronte, abbiamo riscontrato l’apertura del Presidente Santoro”.

LA SICUREZZA - In merito alla sicurezza, va segnalata la partecipazione del Comandante della stazione dei Carabinieri di Vitinia e  quello dei refenti di Polizia di Stato e Polizia Municipale. Si è parlato, durante l’incontro, anche del programma relativo al Controllo del Vicinato, illustrato da Stefano Leprini e Massimiliano de Juliis. La richiesta dei residenti, che in questo hanno il supporto anche del presidente del Consorzio, è di creare una stazione nel quartiere. “Qui mancano tre cose – è stato ricordato – un ufficio postale, un presidio sanitario ed una caserma per le forze dell’ordine”. L’appuntamento di sabato 13 giugno è stato valutato positivamente dal CdQ. “abbiamo apprezzato la disponibilità del Presidente Santoro – conclude Aurea – che si è impegnato in prima persona in tutte le questioni che gli abbiamo sottoposto”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona arancione più vicina per Roma e il Lazio. D'Amato: "Curva in ascesa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento