rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Vitinia - Mezzocammino Castel di Leva / Via Ardeatina, 1274

Portare il capolinea del 218 a Falcognana si può: "Città Metropolitana ha dato ampia disponibilità"

La fermata oggi è di fronte a una scuola e crea disagi per il traffico e pericoli ai pedoni. De Juliis (FdI): "Portarla a Falcognana significa anche servire una zona ad oggi svantaggiata"

Lo spostamento del capolinea del 218, che da Castel di Leva porta a San Giovanni attraversando anche la Cecchignola e Tor Carbone, si può fare. Mercoledì 11 maggio la commissione mobilità del IX municipio ha approvato all'unanimità un atto presentato da Massimiliano De Juliis (FdI) e nei prossimi mesi l'obiettivo è quello di individuare la nuova area di Falcognana dove stabilirlo e capire i costi del progetto. 

L'esigenza di una dislocazione del capolinea Atac ha origini antiche. La fermata, infatti, si trova di fronte alla scuola "Padre Romualdo Formato" e crea non pochi disagi alla viabilità e ai pedoni, messi in pericolo dal continuo via vai di mezzi: "In passato ci sono stati degli incidenti - spiega De Juliis - e sono anni che questo intervento è atteso dal territorio. La commissione non ha avuto problemi ad approvare il mio atto, anche perchè cambiare posizione al capolinea significherebbe dare un nuovo sbocco ai residenti di Falcognana, che altrimenti sono costretti a cambiare quattro mezzi per arrivare a San Giovanni". 

Già nel 2016 e nel 2017 il consiglio, allora a maggioranza Cinquestelle, aveva approvato due diversi atti entrambi aventi come punto centrale lo spostamento del capolinea: "Ma poi non se n'è fatto nulla - continua il capogruppo di Fratelli d'Italia - eppure la disponibilità di Città Metropolitana c'è. Infatti ci hanno detto che in caso di fattibilità del progetto, ci donerebbero l'area". I due punti individuati, entrambi a Falcognana, si trovano entrambi sulla via Ardeatina, uno più verso il centro abitato e di proprietà del demanio ferroviario, l'altro è lungo la rotatoria di via Ardeatina dove c'è una strada, ora inutilizzata, sulla quale bisognerebbe solamente creare il marciapiede e mettere l'illuminazione". 

Nei piani di De Juliis e della commissione, l'atto verrà votato in consiglio entro le prossime due settimane, mentre in due massimo tre mesi si arriverebbe alla progettazione conclusiva con l'individuazione dell'area più idonea: "Dopodiché bisognerà capire che investimento va fatto - conclude il consigliere - e se si deve procedere con uno stanziamento di bilancio o con la manutenzione ordinaria". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Portare il capolinea del 218 a Falcognana si può: "Città Metropolitana ha dato ampia disponibilità"

RomaToday è in caricamento