Venerdì, 25 Giugno 2021
Vitinia - Mezzocammino Vitinia / Via Giuseppe Lucchetti Rossi

Niente antennone davanti l'area giochi: i cittadini invocano il principio di precauzione

Il Dipartimento PAU accoglie le richieste e dispone verifiche

Una stazione radio base nel cuore del quartiere. Fin qui nulla di strano. Il problema che i residenti del Torrino Mezzocammino hanno segnalato, è che si trova a pochi passi da luoghi molto frequentati. Vale a dire dai tanti esercizi commerciali di piazza Crepax. Ma soprattutto, in una zona frequentata da numerosi bambini. 

Installazione sospesa

La protesta dei residenti, si è tradotta in una serie di lettere inviate all'amministrazione municipale ed al Dipartimento Attuazione e Programmazione Urbanistica. "Abbiamo scritto per avere chiarimenti tecnici sulle distanze dal parco giochi e dalla parrocchia che sono siti sensibili – spiega Francesco Aurea, presidente del Comitato di Quartiere –  ha risposto solo il PAU sospendendo l'installazione in attesa delle verifiche sul rispetto delle distanze a norma di legge. Dal Municipio purtroppo nessuna risposta".Il dipartimento ha invitato le società interessate a realizzare la stazione radio base, "a non procedere all'installazione ed a prendere contatti con il Municipio IX per valutare la localizzazione in aree alternative nel rispetto della normativa vigente".

I siti sensibili

Nella sua lettera, il PAU cita l'articolo 4 di una delibera comunale del 2015. "Si tratta dall'articolo che esplicita quali sono le situazioni in cui si può vietare l'installazione degli impianti – spiega Fabio Cavataio, attivista di Fratelli d'Italia – non si possono sistemare ad una distanza non inferiore ai 100 metri, da siti sensibili quali ospedali, scuole, asili nido, oratori e parchi gioco". E' questo il caso del Torrino Mezzocammino.

L'ipotesi del trasferimento

"A meno di cento metri dal sito individuato in via Lucchetti Rossi, c'è la parrocchia San Giovanni XXIII ed un'area giochi. Per questo, quando ho saputo dell'intenzione d'installare questa SRB, ho immediatamente inviato delle PEC al Municipio ed al direttore del PAU, chiedendo di verificare le distanze". La richiesta è stata accolta, anche alla luce del principio comunitario di "precauzione" che il  Consiglio di Stato  ha recepito con una recente sentenza (3085/2015). "Vedremo se le verifiche disposte dal Dipartimento capitolino determineranno o meno lo spostamento dell'antenna" ha commentato il presidente del Comitato di Quartiere. Occorrerà mettersi al lavoro per trovare un sito alternativo. Possibilmente lontano dai luoghi più frequentati dai residenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Niente antennone davanti l'area giochi: i cittadini invocano il principio di precauzione

RomaToday è in caricamento