Lunedì, 14 Giugno 2021
Eur Laurentina / Via Pontina

Tor de’ Cenci: primo trasferimento dal Campo Nomadi

Trasferiti 100 Rom, di origine macedone, nel nuovo Campo di La Barbuta a Ciampino. Si è trattato di uno spostamento consensuale. Si tratta, adesso, con gli altri 250 nomadi rimasti

E’ stato portato a termine, come annunciato nei giorni scorsi prima dal Sindaco e successivamente anche dal Presidente Calzetta, il primo trasferimento dal Campo Nomadi di Tor de’ Cenci. A darcene notizia è lo stesso Presidente del Municipio XII.

Primo trasferimento dei Rom. "E’ stato trasferito questa mattina a La Barbuta il primo gruppo di 100 persone del campo Rom di Tor de’ Cenci. L’operazione è il risultato del delicato confronto che l’amministrazione sta conducendo con la comunità dei nomadi dell’accampamento lungo la via Pontina, per spostare in maniera definitiva questo insediamento in siti regolarmente attrezzati, come previsto dal Piano Nomadi di Roma Capitale”. Ricordiamo come, nei giorni scorsi, il minisindaco ci avesse informato di una trattativa in corso. Delicata al punto tale, da non volerne rivelare i contenuti. E tuttavia era evidente che un primo gruppo, si sarebbe trasferito pacificamente. Ancora da chiarire, quali sono gli sviluppi con gli altri due gruppi etnici, restii al trasferimento sia verso La Barbuta che nei confronti del Campo di Castel Romano.

Prossime operazini previste per domani. “A lasciare oggi Tor de' Cenci sono state 20 famiglie macedoni che hanno richiesto di essere condotte a La Barbuta – sottolinea Calzetta in una nota –A seguito di questo primo trasferimento sono state demolite le strutture rimaste vuote al Campo di Tor de' Cenci” fa notare Calzetta, indirettamente tranquillizzando alcuni residenti del quartiere che, pur non volendo esser citati, hanno temuto l’arrivo di altri Rom in sostituzione dei macedoni. “Tutte le operazioni sono state condotte mediante il supporto degli uomini del Gruppo Speciale Sicurezza Urbana, coordinato da Antonio Di Maggio, e dal Comando del XII Gruppo della Polizia Locale, che ringrazio per il delicato lavoro svolto. Nuovi interventi sono previsti per domani”.

Le reazioni dei residenti. A questo punto si è entrati nel vivo delle operazioni, finora condotte con discrezione. Il Presidente del Comitati di Quartiere Guido Basso, informato della notizia, dichiara “Finalmente! Siamo contenti che siano iniziate le operazioni di trasferimento, soprattutto per quei residenti che abitano difronte al campo e che,  finora, non potevano aprire le loro finestre. Adesso potranno farlo e respirare a pieni polmoni aria pulita”.Massimo Tesei, Vice Presidente del Comitato di Quartiere, smorza però gli entusiasmi. “Per noi finché non si sarà trasferito anche l’ultimo Rom i patti non saranno rispettati. E prima lo fanno, e meglio è. Non vogliamo che si respiri, neanche un giorno di più, la diossina causata dalla combustione dei pneumatici”.

Trattative in corso. Tornando alle modalità del trasferimento, Calzetta ha più volte ribadito, nel suo comunicato, come  si stia provando a persuadere i Rom rimasti a trasferirsi. “Portiamo avanti il dialogo con gli altri Rom ancora presenti a Tor de’ Cenci, per proseguire il lavoro verso la chiusura di questo campo che è, ormai, in stato di degrado. Con il trasferimento potremo assicurare adeguate condizioni di vita agli stessi Rom e ai residenti della zona. Stiamo lavorando per creare le condizioni affinché anche i prossimi spostamenti – previsti per domani - avvengano in maniera condivisa” conclude Calzetta.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tor de’ Cenci: primo trasferimento dal Campo Nomadi

RomaToday è in caricamento