rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Torrino Torrino / Via Fiume Giallo

Torrino, marciapiedi devastati: dura vita per i pedoni

Al Torrino Sud tanti marciapiedi risultano al limite della praticabilità. Le radici degli alberi, l'assenza di manutenzione e spesso di scivoli per le carrozzine, rendono difficoltosa la loro percorrenza

Via del Fiume Giallo, via della Pagoda e molte strade limitrofe del Torrino Collinare, hanno i marciapiedi impraticabili. Il massetto di travertino, è spesso staccato, l'asfalto è ridotto in brandelli. A causare questi danni sono le radici dei pini che qui, come in qualsiasi altra parte della Capitale, mostrano la difficile convivenza nel contesto urbano.

BARRIERE ARCHITETTONICHE - Ci sono anche altre problematiche che Giovanni Zangara, un residente del Torrino, ci segnala. Nel corso di un sopralluogo, ci ha mostrato le innumerevoli barriere architettoniche, spesso presenti in punti anche molto frequentati, come la fermata dell'autobus. "Qui come si fa a salire?"ci ha fatto notare il residente, mostrandoci un marciapiede disastrato davanti ad un supermercato di zona. Risulta completamente ricoperto di aghi di pino, caduti durante lo scorso inverno.

SICUREZZA STRADALE - La presenza di aghi di pino, se crea disagi per i pedoni, è invece fonte di guai per i motociclisti che percorrono le strade del Torrino. Inoltre, come ci viene fatto notare, tendono a convogliarsi negli avvallamenti, che spesso si formano dove sono presenti i tombini. Ed a proposito di tombini, in via Fiume Bianco ce ne viene mostrato uno davvero insidioso. In definitiva, la manutenzione stradale nel quartiere, è parsa carente. E piena di barriere architettoniche. Dunque, da rivedere.

Torrino: barriere architettoniche e marciapiedi divelti

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torrino, marciapiedi devastati: dura vita per i pedoni

RomaToday è in caricamento