menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Via Elio Chianesi. Le auto sui lati della strada che porta all'IFO

Via Elio Chianesi. Le auto sui lati della strada che porta all'IFO

Mostacciano, intorno all’IFO regna la sosta selvaggia: “Vanno aperti i parcheggi. Oggi sono discariche”

La strada che conduce al polo ospedaliero è costeggiata da lunghe file di auto. Fabio Cavataio (FdI): “Nelle vie attigue ci sono aree inutilizzate e parcheggi mai presi in carico dal Comune che potrebbero risolvere il problema”

Intorno al polo ospedaliero IFO, a Mostacciano, da anni non viene risolta una evidente contraddizione. Le auto vengono lasciate lungo il ciglio della strada, in sosta selvaggia. E le aree limitrofe, che potrebbero comodamente ospitare dei parcheggi, sono utilizzate come discariche.

Soluzioni a portata di mano

Per affrontare l’annosa questione che ben conoscono i residenti ed i pazienti della struttura ospedaliera, sono state avanzate delle proposte. Finora senza successo. “E’ una situazione paradossale - ha segnalato Fabio Cavataio, attivista di Fratelli d’Italia e residente del Municipio IX - nelle adiacenze dell’IFO, penso a via Elio Chianesi, a via Sergio De Vitis ed a via Fermo Ognibene, sono presenti delle aree che, potenzialmente, potrebbero risolvere il problema dei posteggi”.

Discariche al posto di parcheggi

Le auto invece vengono lasciate lungo il ciglio delle strade che conducono all’ospedale. Perchè, i parcheggi disponibili, non sono sufficienti ad ospitarle. E gli altri, che potrebbero implementare il numero di posti auto, sono inutilizzati. Ed è lì che si concentra l'attività dei cosiddetti "zozzoni".  La questione è stata portata all’attenzione del consiglio municipale da Fratelli d’Italia che ha avanzato delle specifiche proposte. In particolare, con l'atto presentato all'Ente di prossimità,  si fa notare al Campidoglio che ci sono delle aree, ad esempio su via Chianesi,  che sono destinate a parcheggi. Ma  il Comune non ha ancora effettuato, a distanza di decenni dall'edificazione di Mostacciano, "l' immissione in possesso". L'inerzia del Campidoglio è sfruttata a proprio vantaggio da persone senza scrupoli che proprio lì hanno finito per creare una delle tante microdiscariche del Quartiere. 

Una strada da aprire

Discorso diverso va fatto per via Sergio De Vitis. Si tratta di una strada che dovrebbe congiungere la laterale della Colombo con l’abitato di Mostacciano. Il condizionale è però d’obbligo perchè è chiusa da pesanti jersey di cemento ed è quindi impraticabile. Una soluzione pensata per dissuadere “gli zozzoni” che, tuttavia, non sembra funzionare visto che lì continuano a formarsi delle discariche abusive. “Via De Vitis andrebbe innanzitutto riaperta e messa a servizio del quartiere. Nella parte terminale, che si spinge a ridosso dell’IFO - ha suggerito Cavataio - andrebbero creati dei parcheggi”.

L'intervento richiesto al Campidoglio

Al di là della proposta specifica, le richieste avanzate nella risoluzione municipale hanno già incontrato parere favorevole della Giunta D’Innocenti e della commissione Urbanistica e lavori pubblici. Presto, quindi, dovrà interessarsene il Campidoglio. Con l’obiettivo di risolvere due problemi che attanagliano il quartiere: la formazione di discariche e l’assenza di parcheggi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Notizie

Blocco traffico a Roma: domenica 24 gennaio niente auto nella fascia verde

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

  • De Magna e beve

    12 "vizi" artigianali: nuovo regno del tiramisù apre a Roma

  • De Magna e beve

    Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento