EurToday

Mostacciano, "I new jersey non bastano": nuova bonifica nella discarica di via De Vitis

Ancora una volta la strada, chiusa con dei new jersey per scoraggiare lo sversamento dei rifiuti, è stata bonificata. Bonacci (CdQ): "Dopo poche ore sono tornati a buttare cassetti e libri. Serve più controllo"

Giovedì 27 luglio l'assessora capitolina Pinuccia Montanari ha inaugurato l'intervento di monitoraggio delle alberture romane. Per lanciare quest'attesa iniziativa è stata scelta una strada di Mostacciano, via Cortese, dove i pini non mancano. Quella stessa via, conduce ad un bivio. Da una parte si accede alla Cristoforo Colombo, dall'altra ad una strada chiusa: via de Vitis. Qui, oltre alle bellissime alberature, c'è qualcos'altro che non manca mai: i rifiuti.

Gli interventi di bonifica

Le richieste d'intervento da parte dei cittadini, non sono mancate in questi anni. Gli abitanti di Mostacciano hanno più volte chiesto la bonifica dell'area. Durante il 2015 si era trasformata in un'impressionante discarica di elettrodomestici. Una distesa infinita di caldaie, forni e soprattutto frigoriferi che fu all'origine anche di un incendio. L'area è stata nuovamente ripulita. "Era un lavoro che i cittadini aspettavano sin da quando, nel lontano 2014, via De vitis venne chiusa al traffico - commenta il presidente del Municipio IX Dario D'Innocenti, probabilmente ignorando gli inteventi successivi  -  Dopo che la strada venne transennata, iniziò un criminale abbandono di rifiuti di ogni genere".

I propositi per il futuro

Per risolvere la questione in maniera definitiva,  l'attuale amministrazione aveva proposto di crearvi un parco. Invece "i cittadini ed il Comitato di Quartiere - spiega il Minisindaco -  hanno manifestato l'interesse di riaprire la strada". Per questo "abbiamo cercato di reperire i fondi per provvedere alla bonifica di via De Vitis, in attesa di una sua successiva apertura". Nel frattempo però, l'odiosa abitudine di sversarvi rifiuti, non è cessata.

La necessità di un controllo

"Via De Vitis e via Mallozzi sono state finalmente bonificate – conferma il presidente del Comitato di Quartiere Fabio Bonacci – purtroppo l'inciviltà della gente non smette mai di stupire ed infatti hanno impiegato poco tempo a buttarvi altri sacchetti di spazzatrua, ma anche libri e cassette. Purtroppo la soluzione dei new jersesy – che era stata individuata nel corso della precedente amministrazione – non si è rivelata risolutiva, perchè auto e camion passando sul marciapiede, entrano direttamente nell'area e vi sversano i rifiuti. Ora sono state realizzate delle apposite barriere, con del terriccio. Potrebbe essere un deterrente. Però il problema rimane. Io vado due volte al giorno a verificare – spiega Bonacci – e devo anche riconsocere che Ama, quasi quotidianamente, rimuove i rifiuti che lì vengono lasciati. Per risolvere il problema una volta per tutte – in attesa dell'ipotizzata apertura della strada- occorre puntare su un maggiore controllo". Magari ricorrendo ad un occhio elettronico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
RomaToday è in caricamento