EurToday

Torrino, Calenda boccia la ciclabile transitoria. Replica il M5s: "Avanti tutta contro questi brontosauri"

Il candidato sindaco Carlo Calenda ha punta l'indice contro le ciclabili transitorie ed i parcheggi realizzati al loro fianco. Risponde Angelo Diario (M5s):"Ha denunciato la sua ignoranza in tema di mobilità sostenibile"

Calenda e la ciclabile di viale dell'Oceano Indiano

Ciclabili a singhiozzo e parcheggi in mezzo alla strada. Carlo Calenda ha puntato l’indice sulle ciclabili transitorie inaugurate dal M5s lo scorso maggio.

La bocciatura di Calenda

“Nuove geniali soluzioni per la mobilità - ha commentato il candidato Sindaco del centrosinistra, in un video realizzato al Torrino - Piste ciclabili a singhiozzo su vie ad alto scorrimento e parcheggi in mezzo alla strada. Ditemi voi - ha aggiunto l’ex ministro, rivolgendosi alla telecamera - se è una cosa che una mente umana può non solo concepire, ma inaugurare trionfalmente”.

La ciclabile del Torrino

La pista messa all’indice è quella che si trova in via dell’Oceano Indiano. Si tratta della prima realizzata nell’ambito del Piano della ciclabilità che era stato annunciato dall’amministrazione Raggi. Doveva portare la Capitale a beneficiare di 150 km di ciclabili transitorie, da realizzare con un ritmo, aveva promesso l’assessore alla Mobilità Pietro Calabrese, di 5 km al giorno. In realtà, a distanza di sei mesi, di chilometri ne sono stati realizzati molti meno, circa il 10% di quelli contemplati dal piano.

La replica del M5s

“Che tristezza infinita vedere il candidato Sindaco Calenda  che si stupisce di una ciclabile realizzata lungo una strada ad alto scorrimento e protetta da una linea di parcheggi - ha replicato Angelo Diario, il presidente della commissione Sport di Roma Capitale - Gli dedica persino un post ironico, senza rendersi conto che così facendo sta denunciando pubblicamente la sua stessa ignoranza in materia di mobilità sostenibile”.

Le critiche alla ciclabile transitoria

La ciclabile in questione, in passato, non è stata immune dalle critiche. Ma sono arrivate perchè è stata disegnata su un manto stradale profondamente sconnesso. Con le griglie dei tombini che, com’era stato fatto notare da BiciRoma, rischiavano di rappresentare delle trappole per i ciclisti. E soprattutto perché in alcuni tratti, la pista è stata disegnata due volte, a causa del mancato coordinamento con le ditte che dovevano eseguire i lavori di rifacimento stradale. 

La Roma di Raggi

Finora  era mancata la critica relativa ai parcheggi realizzati in linea, a fianco del percorso tracciato sull’asfalto.  “Lo ringraziamo, perché ci permette di far notare ai romani che questa è la Capitale che non avremmo mai visto senza Virginia Raggi al governo e che solo il Movimento 5 Stelle può continuare a svilupparla.  E lo faremo - ha promesso il pentastellato Angelo Diario - Avanti tutta contro questi brontosauri”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
RomaToday è in caricamento