Torrino Eur / Via Ciro Il Grande

EUR S.p.A.: secondo Santoro “Pollak copia come un bambino che non ha fatto i compiti”

S’infiamma la contesa politica, a poche ore dal ballottaggio. E Santoro accusa Pollak di copiare le sue proposte

Ultimo giorno di campagna elettorale prima del ballottaggio del 9 e 10 giugno. Il clima, rimasto piuttosto mite fino ad oggi, comincia a scaldarsi. Tema della contesa: il ruolo agito da EUR S.p.A. nel territorio e le misure proposte da due candidati, per migliorarne le performance, anche in funzione dei reali bisogni dei cittadini.

LA PROPOSTA E LA REPLICA - Pollak, nel pomeriggio, aveva diramato una nota in cui spiegava come fosse sua intenzione, “chiedere formalmente al Sindaco che alle riunioni del Consiglio ed a quelle previste per questioni territoriali, sia invitato il Presidente del Municipio”. Proposta che ha immediatamente suscitato la reazione di Andrea Santoro. “Mi fa sorridere il goffo e disperato tentativo di Pollak di accaparrarsi il favore degli elettori copiando ogni giorno le proposte che ho fatto insieme con i cittadini. In questo caso si è superato – scrive Santoro - ora vuole fare chiarezza su Eur Spa dopo non aver speso una parola durante cinque anni da consigliere municipale, se non quelle di sostegno a Riccardo Mancini, ex amministratore delegato dell’ente e tesoriere di Alemanno, finito in carcere per corruzione”.

IL DELEGATO - Poi Santoro, candidato alla presidenza del Municipio, entra nel merito. “Come Pollak sa, risale al 15 maggio scorso il sit-in davanti la sede dell’Ente Eur durante il quale abbiamo raccolto le firme dei cittadini e abbiamo chiesto al nuovo sindaco di Roma che venga concesso a un delegato nominato dal Municipio di partecipare alle sedute del Consiglio di amministrazione di Eur Spa”, ha detto Santoro.

LA CAMPAGNA ELETTORALE - “Non avendo contenuti, tra uno spot e l’altro nelle radio a lui molto care, e dopo aver ingolfato il traffico con le sue costose vele, il ‘prode’ Pollak si appresta a riciclare i nostri, come un bambino che non ha fatto i compiti – ha concluso il candidato di centrosinistra in corsa per il ballottaggio del 9 e 10 giugno - Forse ha capito che i cittadini vogliono risposte concrete e non apprezzano chi continua a dire bugie e non ha un progetto per i prossimi cinque anni del Municipio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

EUR S.p.A.: secondo Santoro “Pollak copia come un bambino che non ha fatto i compiti”
RomaToday è in caricamento