EurToday

Torrino Mezzocammino: l’asilo di via Trafusa è sparito nel nulla

Dopo un lungo contenzioso legale, dell'asilo nido di via Trafusa, nonostante gli impegni pubblicamente assunti, si sono perse le tracce. Ne ripercorriamo la storia

La vicenda dell’Asilo Nido di via Trafusa, zona Torrino Mezzocammino, andrebbe bene per una puntata di “Chi l’ha visto”. Oppure per la trama di un giallo. Partiamo dalla fine: nel bando di iscrizione per gli asili comunali, pubblicato appena un paio di giorni fa, se ne sono perse definitivamente le tracce.

LA SPARIZIONE DEL NIDO - A farci notare la sparizione è stato Marco Cacciotti, già Presidente del Consiglio Municipale. “Apprendiamo che nel bando del Municipio per le iscrizioni ai nidi, l’asilo di via di Trafusa non c’è – premette l’ex Consigliere – Questa situazione non è più accettabile, negli scorsi anni è stato fatto uno sforzo non indifferente, tra occupazioni, Tribunali, contenziosi e burocrazia.  Tutto alla fine è stato risolto e i lavori completati. La struttura è ormai pronta da un anno e deve assolutamente aprire.  Il quartiere ne ha fortemente bisogno”.

LA CRONISTORIA - La vicenda dell’asilo è particolarmente complessa. Realizzato tra il 2009 ed il 2011 come opera pubblica inserita nell’ambito della convenzione Torrino Uno, l’apertura della struttura è stata per anni ritardata da un contenzioso legale dai risvolti tragicomici. Si ricorderà infatti la devastazione di tre autopattuglie da parte di un privato che per anni ha rivendicato la proprietà dell’area. Tra sentenze del Tar e ricorsi al tribunale di Roma, la vicenda si é poi chiusa con il definitivo sgombero, avvenuto nel marzo del 2013. Seguono i lavori per rendere agibile l’area. E  per l’asilo nido di via Trafusa, nel mese successivo, viene  pubblicato il bando per la concessione. Bando sospeso con l’insediamento della nuova Giunta Capitolina. L’asilo di via Trafusa, come quello di via Vivanti a Mostacciano resta chiuso.

Il Municipio non resta però con le mani in mano. E ad ottobre viene approvato, all’unanimità, una Risoluzione con cui si chiede l’apertura per l’anno scolastico in corso. Idem per via Vivanti. Ma il bando per la concessione rimane sospeso ed i nidi rimangono invariabilmente chiusi, nonostante il disappunto dei residenti. Ed infatti l’argomento, ci fa sapere Marco Cacciotti, viene affrontato nel corso di un incontro della Giunta Santoro con il Comitato di Quartiere di Torrino Mezzocammino, interessato a conoscere il destino dei 60 posti del nido. Si apre uno spiraglio in merito all’apertura che però, il 1 aprile, torna a chiudersi.

PROMESSA DISATTESA - “Il Presidente Santoro ne ha annunciato l’apertura davanti a tanti cittadini appena un mese fa – ricorda Marco Cacciotti -  Il suo non è stato un semplice impegno  ma un vero e proprio annuncio. Ma il nido nel bando non c’è. Ora deve essere conseguente. Non ci sono alibi.  Per questo rivolgo  un appello al Presidente Santoro affinché all’annuncio seguano i fatti. Non possiamo vanificare il percorso difficile e tortuoso che ha purtroppo investito questa struttura, ma che ci ha visto determinati in passato per risolverla definitivamente. Santoro – conclude l’ex Presidente del Consiglio Municipale –  assuma una iniziativa urgente nei confronti dell’Amministrazione Capitolina, non c’è più tempo da perdere. L’apertura di queste strutture è fondamentale per dare una risposta alle lunghe liste di attesa”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Elezioni comunali 2021: Federico Lobuono si candida a sindaco di Roma

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 135 nuovi casi: sono 195 in totale nel Lazio. I dati Asl del 23 settembre

  • Coronavirus Roma, presidente dell'ordine dei medici: "Nel Lazio situazione preoccupante"

  • Albero crolla su auto, il padre della ragazza nella vettura: "Criminali, oggi potevo essere al funerale di mia figlia"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento