Torrino

Ama, De Luca: "Propaganda elettorale con soldi pubblici"

"Azienda si permette il lusso di spendere 1 milione e mezzo per installare 9 cassonetti a scomparsa in località il Torrino"

“Con l’emergenza finanziaria e strutturale in cui si trova AMA, che non riesce neppure a trattare i rifiuti nei propri impianti, tant’è che lo stesso Sindaco parla di eventuale trasporto all’estero dopo il primo gennaio 2012, non potendo per legge più conferire il tal quale nella discarica di Malagrotta,  l’Azienda si permette il lusso di spendere 1 milione e mezzo per installare 9 cassonetti a scomparsa (interrati) in località il Torrino”.

E’ quanto rende noto il Vicepresidente della Commissione Ambiente Athos De Luca, che sul caso ha rivolto una interrogazione urgente al Sindaco e all’Assessore all’Ambiente, per chiedere l’annullamento della gara, i cui termini scadranno il 19 novembre, poichè non si ritiene compatibile con la grave situazione economica dell’Azienda, impegnare somme così rilevanti per l’adozione in punti specifici della città (di cui non si comprendono i criteri) di 9 cassonetti a scomparsa, che richiederanno anche particolare manutenzione e perizia nell’uso. Tutto ciò per soddisfare un’esigenza estetica o dare vita all’ennesima gara su misura.

Il rappresentante del PD chiede che il milione e mezzo, sia più utilmente impiegato per potenziare la raccolta differenziata e/o l’efficienza degli impianti di trattamento, visto che la raccolta è
ferma al 25% e gli impianti del tutto insufficienti.

“In tutto ciò ci sembra di riscontrare – conclude De Luca – una continuità nella gestione disinvolta di AMA, per cui proprio in questi giorni è stato richiesto dal magistrato il rinvio a giudizio.

L’avvicinarsi delle elezioni  sta producendo in AMA tutta una serie di spese e di sprechi inaccettabili”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ama, De Luca: "Propaganda elettorale con soldi pubblici"

RomaToday è in caricamento