EurToday

Dopo l'abbattimento nessuna ricostruzione: interi quartieri restano senza aree giochi

Non sono state ripristinate le aree ludiche demolite in Municipio IX perchè non a norma. De Juliis (FdI): "La maggioranza ha bocciato le nostre richieste di stanziare fondi in bilancio"

Nel giro di 24 ore Vallerano e Castellaccio sono rimaste senza aree giochi. Lo scorso novembre, tra la sorpresa dei residenti, le ruspe hanno demolito gli arredi ludici presenti nei quartieri. Motivo: "non erano a norma". 

Gli spazi demoliti

L'improvvisa demolizione ha privato i due quartieri di Roma Sud degli unici spazi pubblici dedicati al gioco dei più piccoli. Una scelta improvvida anche perchè, stando alle dichiarazioni dei comitati locali, quei giardini non erano così degradati. Al contrario erano luoghi frequentati dalle famiglie di Vallerano e Castellaccio.

Le aree giochi da ripristinare

Non è dato sapere, al momento, se ci siano  i fondi per ripristinare le due aree giochi. "Come Fratelli d'Italia, durante la discussione del Bilancio, abbiamo presentato degli ordini del giorno che impegnavano il presidente a reperire le risorse per diverse aree giochi cancellate dal territorio – fa sapere il consigliere municipale Massimiliano de Juliis – mi riferisco in particolare ai parchi presenti in via Bilbao ed in via Buster Keaton, recentemente abbattuti, ma anche per quello di via Aldo della Rocca e di via Mendozza". Il primo, situato al Villaggio Azzurro, è andato a fuoco nel  2014 e non è mai più stato ripristinato. Il secondo invece è stato privato di alcuni arredi mai più restituiti al quartiere di Mostacciano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Richiesta bocciata

La richiesta di stanziare dei fondi per ripristinare le quattro arre giochi non è stata accolta. "I cinquestelle si sono chiusi a riccio ed hanno bocciato ogni ordine del giorno ed emendamento che l'opposizione ha presentato – ricorda De Juliis – e ci eravamo limitati, come gruppo, a presentarne 24 che, con tutti i problemi che abbiamo, mi sembra proprio sia il minimo sindacale". Il risultato è che i bambini dei quattro quartieri restano senza le rispette aree giochi. "Non ci è stata fornita alcuna motivazione sulla bocciatura – sottolinea il consigliere di Fratelli d'Italia – tra l'altro ci chiediamo se, con le risorse impegnate per l'abbattimento, non si potesse provvedere alla messa a norma dei giochi demoliti". Un'obiezione, in assenza di risposte, destinata a resistere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Elezioni comunali 2021: Federico Lobuono si candida a sindaco di Roma

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus Roma, studenti positivi a Nuovo Salario e Acilia. Sanificato plesso a Tor de' Schiavi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento