Giovedì, 17 Giugno 2021
Eur Tor de' Cenci / Via Pontina

Campo Nomadi Tor de’ Cenci: per il Municipio urge un trasferimento

Assenza di sicurezza, incendi frequenti, rifiuti abbandonati e tubature rotte. Anche il Municipio, dopo un sopralluogo, si accorge delle condizioni in cui versa il Campo Nomadi

Sono servite poche ore al presidente del Municipio XII Pasquale Calzetta ed all’assessore alle Politiche Sociali Gemma Gesualdi per capire che, il Campo Nomadi di Tor de’ Cenci, versa in condizioni disastrose.
Accompagnati dagli agenti dei Nuclei Assistenza Emarginati e dagli operatori dei Servizi Sociali del Municipio, i due rappresentanti hanno potuto constatare con i loro occhi quanto i residenti di Tor de’ Cenci segnalano da anni. Una condizione di degrado generalizzato.

“In questo campo non ci sono più le condizioni minime di vivibilità: è urgente il trasferimento" ha commentato, a conclusione di una lunga dichiarazione, il presidente Calzetta.

"Confidiamo nell’attenzione di Roma Capitale e nella sensibilità dell’Assessore Belviso, che sappiamo già impegnata su questo versante, affinché si acceleri il processo, e perché nell’attesa si possano avviare degli interventi per assicurare gli standard minimi di sicurezza” ha poi aggiunto il mini sindaco.

Sul trasferimento dei nomadi che risiedono nel “campo tollerato”di Tor de’ Cenci, abbiamo scritto in numerose circostanze.

Il tema ciclicamente si ripresenta, vuoi per la scomparsa di un minore, come nel corso della precedente estate, vuoi per l’incalzare dei residenti che continuano a raccogliere firme e consegnare petizioni. In un’occasione analoga, si ricorderà come il vice sindaco Belviso, a ridosso della vacanze natalizie e ricevendo una delegazione di residenti, avesse promesso il trasferimento alla volta del villaggio attrezzato di La Barbuta, entro la prima settimana di gennaio.
Da allora, si è annoverato soltanto un susseguirsi di proteste ed una fuga in avanti da parte dei cittadini che, tramite il Comitato di Quartiere, sono arrivati a diffidare il Ministro Cancellieri, ritenuto, a  loro dire, responsabile dei ritardi nell’approvazione di un nuovo Decreto della Presidenza del Consiglio.

Il nuovo DPCM vorrebbe, nelle intenzioni della Giunta Capitolina, riassegnare poteri da commissario straordinario al Prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro. Una soluzione che piace al Campidoglio e che venne  già praticata in passato.

Si ricorderà,a  tal proposito, il lancio, avvenuto all’interno del Campo di Via di Salone, del celebre  Piano Nomadi. Celebre soprattutto per la stroncatura che ne derivò da parte del Consiglio di Stato. Oppure celebre perché, nonostante oltre 3 anni di tempo dal suo varo, non riuscì a risolvere una questione che, a Tor de’ Cenci, si protrae da più di tre lustri. E che, difficilmente, nonostante le esternazioni di stamane, si risolverà in breve tempo.

Salvo colpi di scena.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campo Nomadi Tor de’ Cenci: per il Municipio urge un trasferimento

RomaToday è in caricamento