Venerdì, 30 Luglio 2021
Eur Eur

Sui Punti Verde Qualità circolano le prime cifre

Il Vice Presidente del Consiglio Municipale Siracusa tira le somme sui PVQ "Quattrocento milioni di fideiussioni, 62 punti verde assegnati e 17 funzionanti, 410 ettari interessati quanto la somma di Villa Pamphili, Borghese e Ada messe insieme"

Ancora non si conoscono bene i dati relativi alle assegnazioni ed alle fideiussioni collegate ai Punti Verde Qualità. Per i residenti, risulta spesso difficile anche l’individuazione delle aree interessate, per la lentezza con cui si realizzano i progetti. Ma è anche difficile seguirne gli sviluppi, per le numerose varianti apportate, come anche per la difficoltà che incontra, un semplice cittadino, ad ottenere le documentazioni ufficiali.

Forse anche per questo, Federico Siracusa, Vice Presidente del Municipio XI, sta portando avanti un’operazione votata alla trasparenza, attraverso la quale, emergono dati estremamente interessanti.

“I Punti Verde Qualità attualmente funzionanti a Roma,  sono solo 17; nove sono in via di realizzazione, 16 in fase di progettazione e 20 risultano invece bloccati, in attesa di una loro eventuale ricollocazione. Si tratta di preziosissime aree verdi urbane di proprietà del Comune di Roma, su cui gravano interessi enormi – denuncia Siracus a-  Stiamo parlando di aree verdi corrispondenti all’estensione delle tre più grandi ville storiche romane: ovvero Villa Ada, pari a 160 ettari, più Villa Borghese, pari a 80 ettari e Villa Doria Pamphilj, pari a 184 ettari.” Per un totale che si attesta attorno ai 410 ettari.

“Nel periodo compreso tra il 2006 ed il 2009 – prosegue il capogruppo IdV al Municipio XII – i nostri cari amministratori non solo hanno assegnato la gestione di enormi aree verdi comunali ai privati, senza il pagamento di alcun corrispettivo, ma hanno anche concesso garanzie per ben 400.000.000,00 di euro alle banche, per i prestiti elargiti ai Concessionari dei Punti Verde Qualità su aree del Comune di Roma!!! E da qui le truffe…”

Nel Municipio XII, a prescindere dalla liceità delle assegnazioni, i Punti Verde Qualità che dovrebbero essere realizzati sono 6. Soltanto uno di questi, a 17 anni dalle prime concessioni, è attualmente fruibile: quello dello Stardust Village al Torrino.

Ed in alcuni casi, non è facile neppure individuare geograficamente l’ubicazione delle aree.

“E’ il caso del Punto Verde Qualità della Ferratella, spostato a Castellaccio senza delibera, ma con una semplice determinazione dirigenziale” evidenzia Siracusa.


La sensazione è che, sul tema dei Punti Verde Qualità, non siamo ancora arrivati a scriverne il capitolo conclusivo.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sui Punti Verde Qualità circolano le prime cifre

RomaToday è in caricamento