rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Spinaceto Spinaceto / Viale degli Eroi di Cefalonia

Angkor Wat a Tor de' Cenci: la vegetazione si riprende la villa romana

Nonostante l'importante investimento economico che tra i 2009-2010 era stato impiegato, il complesso della villa romana di Tor de' Cenci, appare del tutto abbandonato. La vegetazione,ha ormai ricoperto gran parte dei reperti

Lo scavo archeologico più importante, nel quadrante più popoloso del Municipio IX, non c'è più. Al suo posto, una folta vegetazione fatta di rovi ed erbacce alte un metro e mezzo. La natura si è presa la sua rivincita sull'uomo, in via Eroi di Cefalonia, ed a farne le spese è stato il complesso della villa romana che lì era presente.

RIASSORBITO DALLA VEGETAZIONE - Affacciandosi dal ponte che collega Tor de' Cenci a Spinaceto, ancora s' intravvedono le vestigia di alcuni arredi moderni. C'è una panchina, che ha cercato di resistere all'avanzata della vegetazione come avrebbe fatto, in altri tempi, una casamatta abbandonata dalle milizie. C'è un pannello esplicativo senza spiegazioni, che ancora domina la scena, nonostante le sterpaglie ormai lo cingano d'assedio. E poi ci sono i reperti romani, le cui sagome, sono vagamente intuibili. Per lo più, risultano ormai assorbite dalla vegetazione, come nel celebrato scenario di Angkor Wat, in Cambogia .

GLI INVESTIMENTI PASSATI - Eppure per il recupero della villa,  nel 2009-2010 erano stati impegnati circa 300mila euro, derivanti dal contratto di quartire Tre Pini Mezzocammino. L'investimento era stato importante, perchè si era pensato di rendere fruibile il complesso archeologico, anche alle scuole del territorio. Erano stati rifatti giunti e stilature, e si era consolidata la struttura originaria. Inoltre, grazie ad alcuni sondaggi effettuati nell'area attigua, erano stata scoperta l'esistenza di alcune terme. Si troverebbero sepolte nel terrapieno che congiunge viale Caduti nella Guerra di Liberazione con via Eroi di Cefalonia, ma non sono mai state portate alla luce. 

IL TURISMO IN PERIFERIA - A poche centinaia di metri di distanza invece, dietro via Padre Romualdo Formato, ci sono i resti ormai devastati di una strada romana, che si suppone sia l'antica Laurentina. In conclusione, sembra proprio che l'area fosse vissuta dagli antichi abitanti dell'Urbe. I romani moderni, invece, se ne stanno palesemente disinteressando. Nonostante gli investimenti prodotti nella precedente consiliatura ed a dispetto del fatto che, l'attuale Municipio IX, stia cercando di rilanciare il turismo periferico. Evidentemente non a Tor de' Cenci e Spinaceto.

Tor de' Cenci: la villa Romana sepolta tra le erbacce

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Angkor Wat a Tor de' Cenci: la vegetazione si riprende la villa romana

RomaToday è in caricamento