EurToday

Spinaceto, strade ancora sommerse dai rifiuti. Abbondano sacchetti con sfalci e potature

La migrazione dei rifiuti dagli altri quartieri e l'abbandono di ingombranti degradano le strade di Spinaceto. Ma per le Domus Ecologiche bisogna attendere il 2019

Non migliorano le condizioni di raccolta dei rifiuti a Spinaceto. Il quartiere, tra i più popolosi del quadrante meridionale della città, non è raggiunto dal sistema di conferimento porta a porta. I cassonetti pertanto si trovano ancora a livello stradale. E non è raro che vengano sommersi da rifiuti ingombranti e sacchetti di plastica.

I rifiuti ingombranti

Negli ultimi giorni la quantità di rifiuti che si trovano in via Eroi di Rodi e via Eroi di Cefalonia è aumentata. I sacconi neri della spazzatura si aggiungono ai classici materassi ed a tutti gli altri ingombranti che, frequentemente, vi vengono abbandonati. La possibilità di farli raccogliere gratuitamente da Ama è sempre valida. Ma il servizio è destinato soltanto a coloro che pagano correttamente l'utenza. 

Gli sfalci dei quartieri vicini

C'è un altro fattore che non aiuta Spianceto ad avere le strade pulite. Tutti i quartieri limitrofi, con la sola eccezione di Tor de' Cenci, hanno già implementato il sistema porta a porta. Di conseguenza a Mostacciano, Casal Brunori e Villaggio Azzurro, non esistono più i classici cassonetti. Si tratta di quartieri dove non mancano neppure i giardini privati. "Spesso, in questo periodo, i rifiuti che finiscono per invadere le strade di Spinaceto sono derivanti dagli sfalci domestici – fa notare Marco Antonini, assessore all'Ambiente del Municipio VII – eppure l'impianto di via Valle di Perna si trova a poca distanza". Ed anche in questo caso, gratuitamente, potrebbero essere conferiti i rifiuti derivanti dal taglio dell'erba. 

Eliminazione dei cassonetti e domus ecologiche

Per liberare Spinaceto e Tor de' Cenci dalla vecchia piaga dei rifiuti in strada, l'unica via percorribile sembra quella che porta all'eliminazione dei cassonetti. Il Comitato di Quartiere lo richiede da almeno 5 anni. Ed al di là delle promesse avanzate dalle varie amministrazioni, l'obiettivo non è stato centrato. "Entro luglio - confida l'assessore Antonini - partirà una mappatura. Dovrebbe durare un mese e mezzo. Seguirà la fase di progettazione e quindi, secondo Ama entro la fine dell'anno, si arriverà alla realizzazione delle Domus Ecologiche". Fino ad allora il problema dell'abbandono dei rifiuti potrebbe non risolversi tanto facilmente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Elezioni comunali 2021: Federico Lobuono si candida a sindaco di Roma

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus Roma, studenti positivi a Nuovo Salario e Acilia. Sanificato plesso a Tor de' Schiavi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento