EurToday

Spinaceto, 360 famiglie al freddo: nelle case del Comune i riscaldamenti sono spenti

I residenti di via Padre Romualdo Formato lamentano la mancata accensione degli impianti di riscaldamento negli alloggi ERP di Spinaceto. Venturini: "Stiamo morendo di freddo"

Riscaldamenti spenti. Centinaia di famiglie, residenti negli alloggi ERP di via Padre Romualdo Formato, sono rimaste al freddo. A novembre i termosifoni non sono stati attivati. Ed a distanza di quasi un mese il problema, nonostante le segnalazioni, non è stato risolto.

Guasti a ripetizione

Non è la prima volta che il problema si presenta, negli appartamenti di proprietà comunale. “Nel 2018 i termosifoni li hanno accesi tardi perché c’era stato un problema al locale caldaia, che si era allagato. Asciugata quella perdita, i riscaldamenti sono partiti e per circa una settimana avevano una temperatura così elevata che ci costringeva a stare in casa con le maniche corte. Poi sono stati regolati” ha spiegato Danila Venturini, una residente di via Padre Romualdo Formato.

360 famiglie al freddo

L’autunno del 2019 si preannuncia più rigido del precedente, per gli inquilini degli alloggi ERP. “Quest’anno non li hanno proprio accesi. Ed un disagio – ha sottolineato la signora Venturini – che riguarda tutte le 360 famiglie che abitano in via Formato. Poi per quanto ci riguarda, la mia famiglia ha un’assegnazione regolare e le bollette le abbiamo sempre pagate tutte.  Ciò nonostante, anche a dispetto delle nostre segnalazioni effettuate sia al telefono che via email, il problema non ci è stato risolto. E  noi – ha fatto notare la signora Venturini – ci stiamo morendo di freddo, in casa”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La manutenzione delle caldaie

Il disagio descritto a Spinaceto, è lo stesso che stanno vivendo migliaia di famiglie in tutta Roma. Il problema riguarda la manutenzione delle caldaie. “Per far fronte alle esigenze emerse in fase di accensione – aveva spiegato Linda Meleo, l’assessora capitolina ai lavori pubblici – abbiamo sostituto 7 delle 12 caldaie che non erano funzionanti, cambiando anche i bruciatori dove necessario”. L’assessora si è premurata di far sapere che seguirà “passo passo gli interventi che la ditta sta eseguendo per risolvere i problemi nel minor tempo possibile”. Il disservizio è già stato segnalato al Trullo, Ostia, Centocelle, Villa Gordiani. All’elenco ora si aggiunge anche Spinaceto.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Elezioni comunali 2021: Federico Lobuono si candida a sindaco di Roma

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus Roma, studenti positivi a Nuovo Salario e Acilia. Sanificato plesso a Tor de' Schiavi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento