EurToday

Impianto rifiuti di Vallerano: i cittadini puntano sulla revoca dell'autorizzazione

La questione è approdata in Commissione ambiente. I residenti hanno ribadito le conseguenze che l'impianto avrebbe sull'abitato. "Revocatela perchè non ci arrendiamo, arriveremo alle sedi europee"

Nel cerchio rosso l'area dell'impianto di trattamento rifiuti

I residenti di Vallerano stanno combattendo a denti stretti per impedire l'apertura di un impianto destinato prevalentemente al trattamento di carta e cartone. Hanno coinvolto tutti gli enti locali, dal Municipio IX alla Regione, passando per Roma Capitale.

L'impianto di via Valleranello

Il tema è molto dibattutto, soprattutto per la scelta del sito. Grazie alla valutazione d'impatto ambientale rilasciata dalla Regione Lazio ed alla successiva autorizzazione firmata dalla Città Metropolitana, un vecchio magazzino sarà adeguato per ospitare il nuovo impianto della Maceri Srl, in grado di trattare fino a 75200 tonnellate l'anno di rifiuti. 

La preoccupazione dei cittadini

La questione, oggetto d' una recente interrogazione regionale, è tornata alla Pisana. Questa volta,  dopo il sopralluogo effettuato nel mese di giugno a Vallerano, per essere affrontata all'interno della commissione Urbanistica e Rifiuti presieduta da Marco Cacciatore (M5s). Alla seduta di commissione hanno preso parte anche i comitati locali, preoccupati per la possibile apertura dell'impianto. A destare perplessità è soprattutto la viabilità. Il sito infatti non è distante dal centro abitato e si temono conseguenze per il passaggio dei tir. Ne sono infatti previsti fino a 97 al giorno su una strada, via di Valleranello, particolarmente angusta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le proteste dei cittadini

"Tutto l'iter procedurale di autorizzazione a questo impianto di rifiuti è basato su provvedimenti che sono senza base giuridica o illegittimi – ha premesso Isabella Monteleone, presidente dell'associazione Ambiente e Territorio Eur Vallerano – per questo ne richiediamo l'annullamento" anche perchè, come ricordato "questa struttura peggiora la qualita' della vita dei cittadini di Vallerano e ne mette a rischio la salute". Il ragionamento dell'associazione Ambiente e Territorio è lineare. "Oggi la revoca dell'autorizzazione e' l'unica possibilita' per annullare la VIA regionale". In caso contrario, ammoniscono i cittadini "saremo costretti a dare battaglia fino alle sedi europee".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • Coronavirus, Lazio verso il coprifuoco e didattica a distanza parziale per le superiori. In arrivo un'ordinanza con i provvedimenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento