Domenica, 24 Ottobre 2021
Spinaceto Spinaceto / Via Armando Brasini

Casal Brunori: in attesa degli orti crescono i rifiuti ingombranti

Nell'area destinata da un progetto europeo ad ospitare degli orti urbani, crescono per ora soltanto il numero degli elettrodomestici abbandonati.Nel fine settimana saranno rimossi. Intanto cresce la preoccupazione per il bando con cui assegnare gli orti

Il sogno di trasformare una parte della vallata di Casal Brunori, in un grande orto urbano, è prossimo alla realizzazione. La buona volontà dei residenti e dei due Comitati di Quartiere, si deve però scontrare contro le lentezze della macchina amministrativa. E contro l’inciviltà di una minoranza di cittadini.

LA BONIFICA - Nell’area verde compresa tra via Brasini e la fermata della linea 708, tra canneti e cespugli fanno capolino sei carcasse di elettrodomestici. Dove oggi vengono illegalmente abbandonati i frigoriferi, un giorno non lontano potrebbero crescere pomodori e patate.  Perchè possa accadere, è però necessario procedere ad una bonifica. Per questo i due CdQ di Casal Brunori hanno annunciato, per sabato 30, un intervento di pulizie. Grazie all'intervento di Ama e del Dipartimento tutela ambientale, nella stessa mattinata dovrebbero essere rimossi anche gli ingombranti.

IL BANDO NECESSARIO - La bonifica dell’area è propeduetica alla realizzazione dell’Orto urbano. Ma perché poi sia effettivamente possibile realizzarlo, occorre anche un bando pubblico. Da questo punto di vista, si registra la preoccupazione della Consulta della Cultura che sollecita l’amministrazione a predisporre ed emanare un bando.

UN'URGENZA - Nel passaggio di consegne alla guida del Municipio IX, il Presidente Santoro affidò al neo Presidente D’Innocenti un elenco di urgenze, cui ottemperare. Tra queste figurava proprio “il parco ad orti di Casal Brunori” per la cui realizzazione i tempi si fanno sempre più stretti. Il progetto europeo da cui è scaturita l'idea degli orti prevedea un termine entro cui realizzare il bando. Nel caso specifico era stato indicato il 30 settembre. Considerando il mese di agosto, i giorni a disposizione per realizzarlo sono davvero pochi. Per questo, il CdQ, comincia a spingere per ottenere una proroga. Intanto però occorre bonificare un'area. Una condizione necessaria affinchè il progetto possa essere effettivamente realizzato.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casal Brunori: in attesa degli orti crescono i rifiuti ingombranti

RomaToday è in caricamento