rotate-mobile
Eur Eur / Via Laurentina

Giuliano Dalmata: tanti problemi di viabilità e decoro, con poche risposte

Oleandri troppo cresciuti, marciapiedi impraticabili, cippi e rami d’alberi abbandonati all’incuria. Ed una via Laurentina che, nonostante le promesse, continua ad essere pericolosa

L’equazione piccolo quartiere, scarsa partecipazione, ormai lo abbiamo capito, è spesso fuorviante. L’esempio di Casal Brunori, con la battaglia per denunciare le presunte efferatezze del Punto Verde Qualità Parco di Spinaceto, da una parte; e con la campagna per lo spostamento della stazione radio base Vodafone, dall’altra, può considerarsi paradigmatiche.


PERICOLOSITA' VIA LAURENTINA. Un discorso, per molti aspetti, analogo, lo si potrebbe fare per il piccolo quartiere di Giuliano Dalmata. Compreso tra Cecchignola e Laurentino, quest’enclave soffre, da anni, di alcuni problemi  legati principalmente alla viabilità ed al decoro.
Per molto tempo Giorgio Marsan, storico Presidente dell’Associazione GENTES aveva denunciato la pericolosità di via Laurentina che, specialmente in alcuni tratti, forse per il rettilineo che consente di prender velocità, risulta particolarmente perigliosa. Le vittime della strada, siano essi centauri, automobilisti o, più spesso, semplici pedoni, sono state decisamente troppe. Come le promesse non mantenute di realizzare attraversamenti pedonali rialzati, semafori a chiamata, limitatori di velocità e tutta la ricca gamma di opzioni che, gli amministratori ed i residenti, indicano come ottimali per garantire la sicurezza stradale.


MANIFESTAZIONE PER CHIEDERE MESSA IN SICUREZZA. "Sabato 10 novembre, in mattinata – annuncia Paola Mancino, neo presidente di GENTES, associazione che assolve il ruolo di CdQ – organizzeremo una manifestazione presso le strisce pedonali di Via Laurentina all'altezza del distributore della Q8, per ‘festeggiare’ 2 anni di promesse non mantenute” ironizza, con una punta d’amarezza, Mancino. “Dato che telefonate, lettere, mail e purtroppo anche tanti incidenti anche mortali, non hanno sortito nessun effetto – prosegue la Presidente di Gentes - abbiamo deciso di attirare in questo altro modo l'attenzione su questo problema”.
Eppure, come anticipato, non c’è soltanto questo genere di difficoltà da affrontare.

ALBERATURE E DECORO. “In merito ad altre criticità del Quartiere  - riprende a spiegare Paola Mancino - continuiamo a segnalare alle autorità, purtroppo con scarsi risultati, tutta una serie di problematiche. In particolare nell'ultimo mese abbiamo segnalato: il pericolo rappresentato dagli oleandri troppo cresciuti lungo lo spartitraffico della Laurentina agli incroci di Via Cippico e Via Sommozzatori. Qualche cittadino solerte ha tentato di potarne almeno uno, ma l'operazione è difficile e pericolosa, per cui dovrebbe veramente intervenire il servizio giardini”. Ma le segnalazioni non si esauriscono qui.

Il Servizio Giardini, probabilmente, sarà chiamato in causa anche per una serie di altre problematiche, dal momento che, “lungo il marciapiede di Via Cippico è rimasto un grosso ramo di pino abbattuto ormai da oltre un mese, mentre vi sono ancora ben tre grandi cippi di alberi caduti negli anni che nessuno toglie: uno lungo Via Cippico, uno su Viale Sinigaglia all'inizio dei negozi, ed uno nei giardini di Piazza Giuliani e Dalmati che si trova a giacere là da quattro anni!”.
Infine, vengono evidenziati anche dei problemi legati al decoro “ al termine dei lavori stradali su Via Divisione Torino e Corazzieri, mentre le strade sono state riparate adeguatamente – sottolinea Mancino -il marciapieei di Via Corazzieri, sistemato meno di due anni fa,  è stato lasciato distrutto”. Ed a proposito di marciapiedi “sulla pulizia degli stessi, meglio non esprimere commenti” conclude la Presidente dell’Associazione GENTES. In sostanza, non sono pochi i problemi segnalati dai residenti fermo restando il fatto che, probabilmente, nonostante sia un’arteria di grande scorrimento, la vera emergenza è rappresentata dalla pericolosità di via Laurentina per la cui messa in sicurezza, lo ribadiamo, i residenti stanno organizzando un sit- in di protesta. Non il primo, per la verità.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giuliano Dalmata: tanti problemi di viabilità e decoro, con poche risposte

RomaToday è in caricamento