Eur

Piano Nomadi, Alemanno a Tor de' Cenci: "Ho convinto i rom a lasciare il campo"

Il primo cittadino torna sul piano nomadi e annuncia il tanto atteso trasferimento dei rom di Tor de' Cenci. "Dopo un lungo confronto finalmente sono riuscito a convincere le comunità nomadi a trasferirsi"

Alemanno ci riprova e monta in sella al suo cavallo di battaglia: il piano nomadi. Dopo l'intervento al campo del Baiardo, nel XX municipio, il primo cittadino annuncia sul suo blog la fumata bianca per Tor de'Cenci, da anni nel mirino di polemiche e denunce. Un trasferimento quello del campo richiesto a più riprese da residenti e comitati ma mai attuato, con il perseverare di gravi condizioni di degrado più volte portate sotto i riflettori e rispetto alle quali le promesse sono state tante. Ultima quella del vicesindaco Belviso che parlò di un trasferimento entro lo scorso gennaio. Oggi però il primo cittadino mette la quinta e accelera il tutto. 

IL VIDEO SUL BLOG 2.0

"Finalmente, dopo un lungo confronto ieri sono riuscito a convincere la comunità nomadi a trasferirsi nei campi dove siamo in grado di garantire migliori condizioni di vita a loro e più sicurezza ai cittadini". I residenti del campo, che hanno sempre manifestato un netto rifiuto rispetto all'ipotesi di trasferirsi, avrebbero cambiato idea? Così pare. Tutti a La Barbuta dunque, il campo "attrezzato" aperto a giugno a Ciampino, rispetto al quale sono state sollevate, lo ricordiamo, non poche perplessità.

LA POLEMICA - Dal municipio X (territorio dove si trova La Barbuta) la posizione è sempre stata chiara: "A più riprese, si sono svolti incontri e sopralluoghi che hanno totalmente escluso le due amministrazioni locali - ha dichiarato il minisindaco Sandro Medici, da poco candidato alle primarie del centro sinistro -  che a questo punto sospettano che il Comune di Roma intenda agire in difformità con quanto finora concordato con il prefetto Pecoraro a proposito delle comunità che dovrebbero essere ospitate. Il timore riguarda soprattutto le numerose indiscrezioni su un possibile trasferimento nel nuovo campo di diverse famiglie attualmente insediate a Tor de' Cenci, cosa che non permetterebbe quei ricongiungimenti familiari concordati con la preesistente comunità della Barbuta e che erano stati pattuiti in precedenza tra Prefettura, Comune e Municipio".

Le indiscrezioni diventano realtà ma d'altronde Alemanno ha le idee altrettanto chiare: "La legalità deve convivere con la solidarietà. Non ci può essere solidarietà e integrazione senza grande rispetto delle leggi. Su questi principi continueremo a muoverci”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano Nomadi, Alemanno a Tor de' Cenci: "Ho convinto i rom a lasciare il campo"

RomaToday è in caricamento