rotate-mobile
Eur Vitinia / Viale Luigi Guglielmi

Torrino Mezzocammino: la cucina della Pimpa sarà presto operativa?

Il Municipio si dice pronto ad attivare il servizio di ristorazione interno alla scuola d’infanzia. Finora i pasti vengono preparati in un’altra struttura

La scuola d’infanzia La Pimpa, nuovissima struttura del quartiere Torrino Mezzocammino, ancora non ha attivato le cucine.
Ne avevamo scritto alcune settimane fa, sottolineando come, a regime, la materna che prende il nome dal celebre cagnolino disegnato per il Corriere dei Piccoli, avrebbe offerto un servizio di ristorazione interna per ben 150 bambini.

Ad oggi le cucine ancora non sono state attivate e  tuttavia, come precisa il presidente del Consiglio Municipale Marco Cacciotti “presso la scuola, sin dall'apertura, il servizio di mensa è garantito a tutti i bambini,soltanto che i pasti vengono preparati in altra struttura e trasportati presso la scuola in questione dalla ditta a cui il Municipio ha affidato il servizio. Quindi – prosegue Cacciotti - i bambini mangiano regolarmente”.

Ciò che effettivamente ancora non sta funzionando, stando a quanto ci viene comunicato, sono dunque le cucine della Pimpa.

“I pasti saranno quanto prima preparati direttamente nella cucina che è stata realizzata – precisa Cacciotti che poi chiarisce come - i tempi si siano protratti per la realizzazione di alcuni lavori, ormai ultimati,  presso i locali cucina.  Siamo in attesa del rilascio delle certificazioni prescritte dalla vigente normativa da parte dei vigili del fuoco. Si tratta di procedure e certificazioni che vanno espletate in base alla vigente normativa e per garantire la sicurezza dei locali” precisa il presidente del Consiglio Municipale.

In definitiva, si attendono queste autorizzazioni. Ottenute le quali “i cibi non saranno trasportati, ma preparati direttamente nella cucina della scuola” conclude Cacciotti.

Un problema burocratico, dunque, che esula da responsabilità ascrivibili al Municipio XII. I tempi per l’attivazione della cucina, a questo punto, dovrebbero essere brevi. Fermo restando che il condizionale, come si addice in questi casi, rimane d’obbligo.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torrino Mezzocammino: la cucina della Pimpa sarà presto operativa?

RomaToday è in caricamento