rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Eur Eur / Viale Cesare Pavese

Via le barriere architettoniche e nuovi attraversamenti: così "rinasce" l’arteria dell'Eur

Via Cesare Pavese verrà riqualificata in tre step. Prima di far partire il progetto da oltre 900mila euro, il Comune ha scoperto che non era mai stata applicata la corretta disciplina di traffico

Finalmente viale Cesare Pavese verrà riqualificata e resa più sicura e più adatta ai pedoni, in particolare a chi ha difficoltà a deambulare e a chi spinge un passeggino. In questi giorni, infatti, sta partendo il cantiere del primo step di restyling che abbatterà le barriere architettoniche presenti e creerà ex novo attraversamenti pedonali fino ad oggi inesistenti. 

La riqualificazione di viale Cesare Pavese all'Eur

Per approdare a questo risultato, il IX municipio ha dovuto faticare. Prima per ottenere il nulla osta del dipartimento tutela ambientale per intervenire sulle numerose alberature presenti, per lo più pini come ovunque a Roma: gli esperti hanno dovuto valutare lo stato di salute delle piante e l'estensione delle radici, che in più punti hanno divelto il manto stradale rendendolo pericoloso per veicoli e persone.  Come fanno sapere dal municipio "su diverse piante abbiamo eseguito cure fitoterapiche per salvarle, così da iniziare il cantiere vero e proprio sulla strada". 

L'intoppo burocratico che ha rallentato il progetto

Ma questo non è stato l'unico problema, neanche il più grave. Perché a fare muro più che i pini di Roma sono stati gli uffici capitolini. Il municipio ha scoperto che viale Cesare Pavese non aveva mai ricevuto la disciplina di traffico corretta, rilasciata dal dipartimento mobilità ogni qualvolta una strada viene acquisita al patrimonio comunale: "Vista l'urgenza - spiegano la presidente Titti Di Salvo e l'assessora ai lavori pubblici Paola Angelucci - abbiamo provveduto a collaborare, fino all'approvazione del progetto da parte del dipartimento competente". Eliminato anche questo ostacolo, si è dato il via al cantiere vero e proprio. 

Come si articolerà il cantiere

Gli step saranno tre. Il primo è iniziato il 2 maggio con l'abbattimento delle barriere architettoniche. Lo square centrale dell'arteria che unisce la zona dell'ospedale Sant'Eugenio, taglia la Ferratella e arriva su viale dell'Umanesimo, verrà spezzettato pere creare attraversamenti pedonali ad oggi inesistenti. Dopodiché, nei due step successivi, gli operai rifaranno il fondo e il manto stradale in due momenti differenti: "Il primo step si completerà probabilmente entro un mese" fa sapere Di Salvo. 

Investimento da circa 900mila euro

L'intervento, finanziato con poco più di 900.000 euro nell'ambito del Titolo II (ovvero manutenzione straordinaria), era atteso da tempo da chi vive e lavora tra Ferratella e Laurentino Fonte Ostiense: "Viale Cesare Pavese è un asse urbano importante - concludono Di Salvo e Angelucci - che collega più quartieri e questo genere di riqualificazione è qualcosa che porteremo, passo dopo passo, in tutto il nostro territorio". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via le barriere architettoniche e nuovi attraversamenti: così "rinasce" l’arteria dell'Eur

RomaToday è in caricamento