menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spinaceto, rimosso il pallone del Tellene. Fine di una vicenda durata due anni

Rimossa una struttura mobile abusiva dall'impianto sportivo del Tellene. Soddisfatto il M5S "E' stata premiata la determinazione della commissione trasparenza". L'intervento era stato approvato due anni prima

Addio al pallone. La struttura mobile dell'impianto sportivo Tellene, “il pallone” appunto, è stato rimosso. Da tempo i cittadini ed il locale Comitato di Quartiere, chiedevano che venisse completato un intervento, già votato anche dal Consiglio Municipale all'epoca della Giunta Calzetta.

DUE ANNI IN STAN BY - La risoluzione, passata con i voti dell'allora Pdl, invitava il Presidente del Municipio “ad attivarsi presso gli uffici competenti affinché fossero assunti tutti gli atti finalizzati a ripristinare lo stato dei luoghi(...) mediante la demolizione delle opere realizzate senza titolo autorizzativo”. Il documento, approvato nel dicembre del 2012, non produsse però alcuna conseguenza sul piano pratico. Almeno fino allo scorso gennaio.

LA COMMISSIONE TRASPARENZA - “Il pallone  è stato rimosso il 12 gennaio 2015” c'informa il Presidente della Commissione Trasparenza Alessandra Agnello (M5S). “Noi abbiamo costantemente monitorato la vicenda, sollecitando gli uffici ed il Dipartimento Sport” ci spiega la Capogruppo Pentastellata, ragguagliandoci su date ed incontri . Il 10 luglio l'ufficio tecnico del Municipio (UOT) con una determina dirigenziale, aveva richiesto la demolizione della opere abusivamente realizzate, ovvero un copertura in PVC ed una chiusura laterale con teli scorrevoli, entro 45 giorni dalle notifica”. La demolizione, a conti fatti, sarebbe dovuta avvenire quindi addirittura ad ottobre. Invece è slittata di altri tre mesi.

IL RISULTATO OTTENUTO - Alla fine però, la struttura è stata rimossa. “Questo pallone ha resistito per tanti anni sia ai governi di centrodestra che a quelli di centrosinistra – conclude la Consigliera Agnello, raggiunta telefonicamente – alla fine tuttavia è stato smontato. Ci sono stati,nel frattempo, gli incontri con il Dipartimento Sport e con l'ufficio tecnico del Municipio. Mi chiedo se non sia una coincidenza o se, viceversa, sia stata premiata la determinazione dell'attuale Commissione Trasparenza”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento