Giovedì, 18 Luglio 2024
Eur Vitinia / Via Lago Santo

Vitinia: il raddoppio di via del Lago Santo arriva in Campidoglio

Rimasto bloccato per anni, l'iter amministrativo necessario a mettere in sicurezza la strada di accesso a Vitinia, adesso a senso alternato, è stato esaminato dalla Commissione Lavori Pubblici di Roma Capitale

Vitinia è un quartiere che, per sua stessa conformazione, tende a restare isolato. Sviluppatasi su una collinetta, a pochi passi dalla Colombo e dall’Ostiense, Vitinia non conosce altre forme di collegamento con le aree limitrofe, se non attraverso la Roma Lido. Viene da sé che, affidandosi ad una sola stazione ferroviaria, il cui funzionamento non è sempre impeccabile, rimane per intero il problema dell’isolamento.

I COLLEGAMENTI CON L'ESTERNO - In verità ci sono altre tre  opzioni cui ricorrono gli abitanti del quartiere, per entrare o uscire dallo stesso. Una di queste è costituita da una strada non asfaltata, ovvero quella via del Risaro di cui ci siamo a lungo interessati. Un’altra possibilità è data dall’utilizzo di via del Lago Santo che, immettendosi su via di Mezzocammino, rappresenta l’opzione più praticata per chi volesse prendere la Cristoforo Colombo, il GRA o più semplicemente recarsi nei vicini quartieri di Tre Pini, Villaggio Azzurro, Spinaceto e Tor de’ Cenci.Via del Lago Santo, però, è una stradina che proprio a pochi metri da via di Mezzocammino, in corrispondenza di un ponticello, diviene a senso unico alternato. Un problema non certo di poco conto se si considera  che rappresenta l’opzione più praticata per entrare ed uscire dal quartiere.

VIABILITA' E ROMA CAPITALE - In questi giorni Alessandro Lepidini, responsabile Periferie del PD nel XII, nonché coordinatore della Rete XII extra GRA, ci ha fatto sapere che “su segnalazione del Circolo PD di Vitinia, ed in particolare del suo coordinatore Paolo Muscetta, il problema della messa in sicurezza di via del Lago Santo è approdato in Comune”.Per l’esattezza, “la Commissione Lavori Pubblici di Roma Capitale è stata coinvolta nella vicenda, grazie all’intervento del suo Vice Presidente Dario Nanni (PD) che ha così permesso di raccogliere le istanze dei residenti -  specifica Lepidini, che poi ricorda come –quella strada strettissima necessita di una messa in sicurezza, anche in considerazione del fatto che, nella parte bassa, obbliga al senso unico alternato”.

L'ATTENZIONE AL TERRITORIO - La vicenda non è nuova. “C’è un contratto di quartiere denominato Tre Pini Mezzocammino che risale addirittura al 2002 e che prevedeva una pluralirà di interventi – aggiunge Lepidini - con finanziamenti  di provenienza regionale, gran parte realizzati con un primo stralcio a Mezzocammino. In questo quadro emerge un intervento su via di Lago Santo per un importo di 300mila euro che prevede il raddoppio del tratto tra via di Mezzocammino ed il ponte”. Discussa in Commissione, la vicenda, per risolversi definitivamente, dovrà inevitabilmente approdare alla Regione Lazio. “Si è comunque aperta una nuova stagione con il PD attento a focalizzare le tematiche territoriali – dichiara Lepidini - perché a partire dalla soluzione delle stesse, si migliorano le condizioni di vita dei cittadini. E questo è stato possibile anche grazie alla stretta collaborazione di Dario Nanni, che ha sempre mostrato un impegno straordinario per i problemi del territorio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vitinia: il raddoppio di via del Lago Santo arriva in Campidoglio
RomaToday è in caricamento