rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Eur

Eur, arrestato pusher: indagini nate da un decesso per overdose

Dopo la morte di un uomo per overdose gli agenti sono riusciti a risalire al pusher che gli aveva fornito l'eroina. Lo spacciatore è stato arrestato alla fermata metro Eur-Fermi

Il decesso di un uomo di 38 anni, avvenuto il 25 maggio scorso provocato da una dose di eroina ha fatto scaturire delle indagini che hanno portato all'arresto di uno spacciatore, un cittadino marocchino di 43 anni.

La morte del 38 enne, un cittadino ucraino, è avvenuta nel bagno di un ospedale. Lì, dopo essersi iniettato una dose di eroina, nonostante i tentativi di rianimazione del personale medico, era deceduto.

Gli agenti hanno avviato le indagini riuscendo a risalire al pusher delle dosi che avevano provocato il decesso dell’uomo e una paralisi parziale del corpo al connazionale, al quale la vittima, giorni prima aveva procurato lo stupefacente acquistandolo dal marocchino.
Quando ha fissato un appuntamento con lo spacciatore per “rifornirsi” nei pressi della metropolitana Eur Fermi ad “attenderlo” c’erano gli investigatori del Commissariato Esposizione che, appostati in abiti civili, hanno seguito tutti i loro movimenti riuscendo così a bloccare il marocchino subito dopo lo scambio droga-denaro.

Vistosi scoperto il cittadino nordafricano ha tentato di disfarsi,  gettandolo a terra, di un involucro di sostanza stupefacente subito recuperato dai poliziotti. Sottoposto a perquisizione personale il marocchino è stato sorpreso con altre sei dosi di eroina, e circa 150 euro in contanti verosimilmente provento dell’attività di spaccio.

Nella sua abitazione i poliziotti hanno rinvenuto, nascosto all’interno di un mobile del bagno, un involucro di cellophane contenente 45 grammi di hashish oltre ad altra eroina già confezionata in dosi e materiale per il confezionamento dello stupefacente.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eur, arrestato pusher: indagini nate da un decesso per overdose

RomaToday è in caricamento