Eur Eur / Viale Umberto Tupini

EUR: una ZTL notturna per arginare la prostituzione

Una mozione, presentata dai consiglieri d'opposizione, per tentare di contenere il fenomeno della prostituzione dilagante nel quartiere. Richiesto anche il ripristino dei servizi sociali, con le unità di strada

L’EUR è un quartiere a due marce. Da una parte esiste un macrocosmo fatto di uffici pubblici, rinomate boutique, operosi cantieri che caratterizzano la zona come fortemente produttiva. Un fiore all’occhiello in termini di occupazione e lavoro regolare. Dall’altra esiste un fenomeno, vasto e radicato, che di regolare non ha nessuna attitudine: la prostituzione.

Capitale del sesso a pagamento. La notte l’EUR diventa la Capitale del sesso a pagamento. A centinaia si riversano, da tutta la città, vuoluttosi clienti. Nelle stradine buie dietro al Fungo, come negli ampi stradoni di Viale dell’Oceano Pacifico o di Via delle Tre Fontane. Alla ricerca di una fugace relazione clandestina.
Ma il fenomeno della prostituzione, per chi nel quartiere risiede, per questioni di decoro e di sicurezza sociale, non costituisce certo ragione di vanto.

ZTL notturna antiprostituzione. Per questo motivo, ma anche per tendere una mano verso tantissime donne vittime di racket, che la Consigliera Matilde Spadaro (Sinistra e Arcobaleno) insieme ai colleghi Vincenzo Vecchio ed Andrea Santoro (PD) presenteranno una mozione, giovedì 3 maggio, per istituire una ZTL antiprostituzione.
“L’iniziativa nasce dal fatto che abbiamo costatato oltre al perdurare, anche l’acuirsi di una situazione che si è incancrenita a livello sociale, perché di fatto all’EUR la prostituzione è un fenomeno quotidiano, con cui si convive di giorno e di notte” commenta la Consigliera  Spadaro, prima di procedere ad una dettagliata indicazione delle strade interessate - Di giorno le aree più colpite sono viale Tupini, piazza Gandhi, il laghetto e viale dell’Umanesimo, di notte sempre su via Tupini, ma anche su via delle Tre Fontane, su viale Egeo, Viale dell’Oceano Pacifico e via del Ciclismo”.

Ma il fenomeno, nella sua complessità, oltre che realizzarsi durante tutte le ore della giornata, non coinvolge soltanto il genere femminile.

Prostituzione maschile e scambismo. “C’è anche prostituzione maschile, su viale dell’ Umanismo – prosegue la Spadaro, che ha raccolto le testimonianze di molti residenti - oltre alla presenza di scambisti che evidentemente non si prostituiscono ma che considerano l’Eur zona franca. Gli scambisti si trovano vicino a viale dell’Artigianato, e vicino al Museo della Civiltà Romana. In generale dobbiamo riconoscere che si tratta di un fenomeno complesso, che necessiterebbe un’attenta fase di studio, cosa che finora è mancata” conclude la Consigliera di Sinistra e Arcobaleno.

La mozione sulla ZTL, grazie all’intervento del Coordinatore del PD nel Municipio XII, Andrea Santoro, si è anche arricchita di un ulteriore elemento, subito condiviso da Spadaro e Vecchio.

Ripristino servizi sociali anti racket. “Abbiamo deciso di sostenere la proposta sia per dare una risposta all’esasperazione di comitati e  residenti dell’EUR, con cui pochi giorni fa abbiamo realizzato un incontro. Ma anche per accendere i riflettori su questo fenomeno, dopodiché  dobbiamo vedere in quali aree del Pentagono realizzare la ZTL. Come PD, abbiamo aggiunto una richiesta specifica, e cioè quella di attivare il servizio dell’unità di strada  per prestare assistenza alle tante ragazze ed ai ragazzi vittime del racket ".

A breve si saprà se, questa proposta elaborata dagli esponenti dell’opposizione municipale, sarà accolta in sede di Consiglio, per passare, successivamente, al vaglio del Campidoglio. Ma finché non si troveranno soluzioni, il quartiere dell’EUR  continuerà ad essere vittima del mercimonio e dello sfruttamento. Al pari delle tante prostitute, donne o transessuali che siano, che di giorno e di notte ne frequentano i marciapiedi.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

EUR: una ZTL notturna per arginare la prostituzione

RomaToday è in caricamento