Eur Eur / Via delle Tre Fontane

Rispetto delle regole e lealtà, nasce il progetto Fair Play del Municipio XII

Un’iniziativa, concertata con la Commissione Sport, “per diffondere l’etica dei comportamenti, a partire dallo sport, fino a tutti gli altri settori della vita quotidiana”

Il mondo dello sport scende in campo. E lo fa per diffondere, su tutto il territorio del Municipio XI, un messaggio importante:  le regole vanno rispettate.

IL PROGETTO FAIR PLAY. Con questo approccio, nasce il progetto Educazione al Fair Play. “Attraverso i rapporti con le scuole e con le diverse realtà sportive presenti sul territorio – ci scrive il Presidente Calzetta - con il coordinamento dei presidenti della Commissione Scuola e  della Commissione Sport in municipio, verranno avviati percorsi finalizzati alla promozione e diffusione di una nuova cultura dello sport, imperniata sui principi sanciti dalla carta ufficiale del Fair Play, che fanno leva sullo spirito di lealtà, sul rispetto delle regole, sulla capacità di vivere lo sport come momento privilegiato, a prescindere dalla posta in gioco o dall’importanza della competizione”.
Si tratta dunque di un progetto, al quale collaborerà anche il Comitato Italiano Fair Play, che vedrà anche l’assegnazione, al termine dell’anno sportivo, di un premio dedicato.

IL RISPETTO DELLE REGOLE. Pietrangelo Massaro, Presidente della Commissione Sport, ci spiega telefonicamente la genesi di questa iniziativa. “Diciamo subito che nasce dalla necessità di dare un segnale forte, nel periodo così particolare che stiamo vivendo. In questa fase,  in cui sembra che non solo lo sport, ma in molti altri settori della vita quotidiana, i valori della lealtà, della correttezza, del rispetto dell’altro, non vengono osservati, il Municipio ha deciso di fornire, appunto,  un segnale evidente,  affermando un principio di fair play sul territorio, con la finalità di far arrivare ai cittadini, soprattutto ai più giovani, un  messaggio: l’etica nei comportamenti, va assolutamente rispettata. A partire dallo sport, per estendersi agli altri aspetti della vita quotidiana.

I FALSI MITI ED IL DOPING. Un progetto ambizioso, dunque, oltre che particolarmente avvertito in un periodo durante il quale, gli scandali e le “furbate”, sembrano aver preso il sopravvento decisamente il sopravvento, dalla politica allo sport. E proprio su quest’ultimo si sofferma la riflessione di Pietrangelo Massaro (Pdl) “Purtroppo abbiamo assistito, durante le olimpiadi, a ad atleti nei quali credevamo, che hanno fatto ricorso al doping per rendere delle prestazioni ottimali. Bene, allora questo progetto all’insegna del fair play, dovrà  avere anche un’altra finalità importante."Non solo quello di rilanciare il senso della correttezza e della lealtà nella vita quotidiana -  precise il Presidente della Commissione Sport-  ma anche il fatto che noi dobbiamo puntare su una sana competizione, anche tra i non professionisti. Ogni giorno gli atleti ed i loro famigliari fanno tanti sacrifici per raggiungere dei risultati e non è accettabile che, ancora oggi, si torni a parlare di doping nelle discipline sportive”. Ed anche per questo, è giusto che si torni a parlare di Fair Play.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rispetto delle regole e lealtà, nasce il progetto Fair Play del Municipio XII

RomaToday è in caricamento