Martedì, 22 Giugno 2021
Eur Laurentina / Via Luca Gaurico

Da Spinaceto a Laurentino 38, passando per il Torrino: il problema della scuola materna

Carenza di servizi, degrado incipiente, mancanza di strutture. Ed a Spinaceto spunta un deposito AMA accanto alla materna. Tante denunce dai nostri lettori

Problemi vecchi e nuovi. Mancanza di finanziamenti, o mera disattenzione? Difficile rispondere.

E’ complicato arginare le notevoli denuncie che, genitori e nonni, ci rivolgono per segnalare le varie carenze sofferte dalle strutture scolastiche del nostro territorio. Impossibile, ad esempio, rispondere a quella madre che ci chiede, demotivata, come si faccia a realizzare, in via Pechino, al Torrino, una scuola materna nuova, “La Pimpa”, senza dotarla di un parcheggio”.

“Ogni mattina facciamo lo slalom tra le auto, attraverando la strada con i nostri passeggini”, dichiara amareggiata A.P. che, alla Pimpa, porta un figlio di tre anni.
L’Arancio Goloso  è invece la scuola materna “circondata dall’immondiazia e dal degrado” che si vede nella galleria fotografica.   Ci viene segnalata da un altro lettore, B.L., e “ si trova in via di Luca Gaurico a pochi passi dalla stazione metro Laurentina”.  “Ho cercato di interessare l' AMA, il Decoro Urbano- ci ricorda B.L. - ma nessuno si preoccupa dei bambini che giocano in cortile a qualche metro dall'immondizia né mi risulta che la direttrice o le maestre abbiano mai protestato”.
 


A Spinaceto una madre, Manuela Fusella, ci segnala un’altra situazione ai limiti del paradosso. Un deposito AMA che confina con la materna Magnolia Stellata, di via Renzini 22. Verrebbe da ridere, se non fosse drammaticamente vero. Ovvio che esista un decreto ministeriale, del 18 dicembre 1975,  che ne avrebbe dovuto impedire la realizzazione. E’ la stessa signora Fusella, che ce ne mette a conoscenza.

 “Per quanto riguarda le condizioni ambientali, - si legge nel decreto - le scuole devono essere ubicate lontano da depositi e da scoli di materie da rifiuto”. Niente di più facile. Bastava leggere.  Eppure è anche difficile, complicatissimo, spiegare a questi signori, preoccupati per le sorti dei loro bambini e nipoti, perché le istituzioni siano divenute sorde ai loro appelli.  O perché, ai vari livelli, si perdano comunicazioni importanti. Sintomatico, in tal senso, la “ Delibera Municipale con la quale, nel novembre 2008, il Municipio XII si impegnava per realizzare lo spostamento del deposito di via Renzini e per accogliere, al suo posto,  un nido che doveva essere li dal 1975” ci ricorda sempre al signora Fusella.


Nobile intento, quello del nostro Municipio, peccato che, già dal 2007,  con la Delibera Comunale n.99 del 28 maggio 2007, il Campidoglio affidava all’AMA la gestione dell’area. Ciò significa che la mano destra, non sa cosa stia facendo la sinistra? Ovviamente, questo, non sappiamo dirvelo.
Però, se venite a conoscenza di analoghe situazioni, continuate a segnalarcele.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Spinaceto a Laurentino 38, passando per il Torrino: il problema della scuola materna

RomaToday è in caricamento