Eur Spinaceto / Via Pontina

Tor de’ Cenci: nell’ex Campo Nomadi i residenti vogliono un parcheggio di scambio

Un parcheggio di scambio ed il capolinea del 705 o del 706. Queste le richieste del CdQ, convocato da Roma Capitale per discutere sul destino dell’area

Si è tenuto un incontro, in Campidoglio, tra il Presidente della Commissione Ambiente Andrea De Priamo, il Presidente del XII Municipio Pasquale Calzetta, l’arch. Blandolino in rappresentanza dell’assessorato al Patrimonio ed il Comitato di Quartiere Tor de’ Cenci Spinaceto.

L'ASSEGNAZIONE DELL'EX CAMPO NOMADI. Oggetto della riunione, un confronto sulle possibili destinazioni dell’area afferente all’ex Campo Nomadi di Tor de’ Cenci.
“Come ci ha spiegato De Priamo – ci riferisce Guido Basso, Presidente del CdQ – l’area va messa subito in sicurezza ed immediatamente assegnata, per evitare che possa venir nuovamente occupata”. Sappiamo che il Presidente del Municipio XII Calzetta, come ebbe a dichiarare subito dopo lo sgombero dei Rom, è intenzionato ad assegnare l’area alla vicina società sportiva, fucina di campioni come Galloppa, Candreva e Moscardelli, che vorrebbe utilizzarlo per la propria scuola calcio.

LA RICHIESTA DEL COMITATO DI QUARTIERE. Diversa è invece la posizione del Comitato di Quartiere: “dopo vari confronti con i residenti, abbiamo maturato la convizione che, nell’ex Campo Nomadi,  sia necessario allocare il capolinea del 706 o del 705 –linee che attraversano i quartieri di Spinaceto e Tor de’ Cenci – oltre che  un parcheggio di scambio, predisponendolo, infine, per il futuro capolinea del Filobus”. Un piccolo passo indietro, dunque, rispetto alla richiesta avanzata quest'estate, di allocarvi una fermata  del Trenino Pontino. Ma poichè sappiamo che il progetto di realizzare una metropolitana leggera,non è mai stato accantonato negli ambienti del Comitato, possiamo anche concludere che si tratti di una richiesta tattica. Prima il capolinea ed un parcheggio, poi, quando i tempi saranno maturi, una fermata del Trenino

LA MEDIAZIONE RAGGIUNTA. Ad ogni buon conto, non è certo il Comitato che deciderà l'utilizzo dell'area. “L’architetto Blandolino  - spiega Basso– ci ha fatto sapere che l’area è attualmente in carico all’Assessorato alle Politiche sociali e dei Servizi alla Persona e all’Attuazione del Piano Nomadi, di cui è responsabile il Vice Sindaco Sveva Belviso, che quindi, ha tutti i poteri per poter decidere nel merito. Noi abbiamo formulato la nostra richiesta,  la mediazione raggiunta è stata, considerando la vastità del sito, di farne sia un parcheggio di scambio che un capolinea e, allo stesso tempo, di assegnarne tramite bando pubblico, una porzione ad una associazione che la prenda in carico per attività socialmente utili.  Attendiamo adesso le prossime mosse dell’Amministrazione – conclude Guido Basso – e nella fattispecie del Vice Sindaco Belviso, confidando che gli interventi saranno presi ad esclusivo favore della popolazione residente”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tor de’ Cenci: nell’ex Campo Nomadi i residenti vogliono un parcheggio di scambio

RomaToday è in caricamento