Martedì, 28 Settembre 2021
Eur Torrino / Via di Decima

Torrino: il palaghiaccio rimane inspiegabilmente al suo posto

Tra lo stupore generale ancora non è stato rimosso il palaghiaccio dello Stardust Village. Colapicchioni (Udc) "Per quale motivo è stato scelto lo Stardust per posizionare questo tendone? Bisogna ripensare al modo di far politica".

La scorsa settimana, il Consigliere municipale Federico Siracusa aveva avanzato una serie di interrogativi, circa la permanenza del palaghiaccio nel PVQ Stardust Village, tra Decima e Torrino.

ANCORA IN FUNZIONE - In particolare, ciò che Siracusa aveva evidenziato, riguardava il mancato rispetto della clausola con la quale era stato rilasciato il nulla osta da Roma Capitale.  Quel “non sono ammesse proroghe”, oltre la data del 6 gennaio, non è stata rispettata. Lo scriviamo a ragion veduta, dopo aver chiesto ad alcuni residenti di recarsi in loco, la scorsa settimana. Residenti che ci hanno informato d’ un pieno utilizzo della struttura, contrariamente a quanto c’era da attendersi. Anche il Consigliere UdC Agostino Colapicchioni, ha espresso delle considerazioni su questa vicenda: “il Punto Verde Qualità, il cui progetto risale agli anni novanta, fu visto dalla cittadinanza con molti dubbi, ma bisogna dargli atto che poi è diventato un ritrovo di giovani e famiglie, diventando un valore aggiunto” ha riconosciuto il Consigliere.

LA SCELTA DELLA SEDE - “Adesso il problema è questo scandaloso tendone messo come palaghiaccio, in funzione durante le feste natalizie – ha tuttavia segnalato Colapicchioni - Doveva essere una cosa provvisoria, però io mi affaccio da casa e vedo ancora questo tendone. Quindi  io chiedo, al Dipartimento che gestisce i PVQ ed al nostro Presidente Calzetta, ma quando verrà smontato questo tendone, dal momento che doveva essere una cosa provvisoria? E per quale motivo, poi, è stato scelto lo Stardust per posizionare questa struttura,  quando vi sono tantissime aree verdi, incolte, lasciate all’abbandono che magari potrebbero essere rivalutate con altri progetti, anche simili?”.

PRESUNTI INTERESSI PERSONALI - L’affondo finale del Consigliere, eletto con il Pdl e passato all’UdC è sibillino “Mi chiedo perché, non viene programmata nel futuro questa possibilità – di impiantare il tendone in aree verdi degradate -  all’insegna del decoro urbano e di utilizzo dei cittadini. Rimangono forti dubbi  - conclude - e mi auguro che si possa ripensare un po’ il modo di fare politica. Perché altrimenti la gente ha ragione quando indica nel politico una persona non proprio mossa da buone intenzioni. Ed in questa vicenda di buone intenzioni ce ne sono state poche mentre invece ci sono, forse, troppi interessi personali”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torrino: il palaghiaccio rimane inspiegabilmente al suo posto

RomaToday è in caricamento