Eur Eur

Scuole: sul dimensionamento, decide il Municipio

L'assessore De Palo delega le istituzioni territoriali sul tema degli accorpamenti scolastici

Il Municipio XII, recependo le  recenti disposizioni del Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici di Roma Capitale, ha approvato una delibera avente per oggetto importanti modifiche al Piano di Dimensionamento Scolastico presentato nel mese di Ottobre.

“L’assessore alla scuola del Comune di Roma Gianluigi De Palo, travolto dalle critiche e dalle contestazioni, è stato costretto a rinviare la decisione in merito alle modifiche sul Piano di dimensionamento scolastico ai Municipi di competenza, ai quali ha chiesto di riformulare le delibere prese nei mesi scorsi” dichiara soddisfatto il capogruppo Idv Federico Siracusa, che ricorda come “le dure proteste dei genitori, accompagnate dalle petizioni con migliaia di firme, erano state scaturite dal mancato coinvolgimento dei Consigli d’Istituto, così come previsto dalle normative vigenti”.

“Il Municipio aveva presentato un primo progetto di dimensionamento, in ottemperanza alla norma dettata dalla manovra finanziaria, che impone un numero minimo di 1000 alunni per il riconoscimento dell’autonomia degli istituti scolastici” – dichiarano in una nota congiunta il Presidente del Municipio XII, Pasquale Calzetta, ed il Presidente della Commissione Scuola del Municipio XII, Gino Alleori -“questa deroga ci permette di presentare una nuova proposta, che auspichiamo possa avere riscontro positivo da parte di Provincia e Regione, dove saremo presenti per difendere gli istituti scolastici del nostro territorio. Quanto deliberato oggi è frutto dell’impegno del Municipio che, sulla base del confronto aperto con i rappresentanti dei Consigli di Istituto, i docenti e le famiglie, si è fatto interprete delle istanze espresse a livello territoriale”.

In sostanza, la Giunta Municipale ha deciso di non avviare più gli accorpamenti dell’istituto comprensivo Fonte Laurentina, Formato e Gramsci.

Ed al contempo, ha deliberato di creare tre nuovi Istituti Comprensivi, con la dovuta attenzione ai criteri di territorialità (insistono nel medesimo quartiere) e di continuità scolastica.

Pertanto i nuovi I.C. nasceranno dall’accorpamento dell’istituto Ferratella con la scuola media di largo Dino Buzzati, in un caso; della scuola media Ruffini, in via Camillo Sabatini, con l’istituto Orsa Maggiore, nel secondo caso. Infine il terzo accorpamento riguarderà la scuola Leonardo da Vinci con il plesso di viale dell’Elettronica.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole: sul dimensionamento, decide il Municipio

RomaToday è in caricamento