EurToday

Nubifragio: a Mostacciano la rottura dell'ennesimo pino abbatte un lampione

A causa del maltempo crolla un lampione colpito da un pino

Dal gruppo facebook Sei di Mostacciano se

Il nubifragio che nella notte tra sabato 2 e domenica 3 settembre si è abbattuto sulla Capitale, non ha risparmiato gli alberi di Mostacciano. A farne le spese è stata soprattutto via Mendozza, una strada ricca di pini che non è nuova a questo genere di notizie.

Un effetto domino

La novità, rispetto ad analoghe situazioni registrate in passato, è che la rottura di un albero ha coinvolto anche un palo della luce. Il lampione, piegato dal peso di rami che gli si sono riversati contro, si è abbattuto sulla strada. Per consentire la sua rimozione, ma anche quella delle parti crollate del pino, nella mattinata di domenica 3 via Giuseppe Mendozza è stata momentaneamente chiusa.

Il piano di manutenzione degli alberi

"Verso le dodici mi sono recato sul posto ed ho visto che il traffico era stato canalizzato. A terra c'erano i rami caduti che, nel frattempo, sono stati tagliati in più sezioni – spiega Fabio Cavataio, attivista di Fratelli d'Italia residente nella zona – a Mostacciano però era stato avviato il piano capitolino per la manutenzione degli alberi d'altro fusto. Vorrei sapere, oltre alle foto con cui era stata lanciata l'iniziativa, cos'altro è stato fatto e quindi capire se, sulla strada, si era già intervenuti mettendo in sicurezza gli alberi".

Il forte vento e la rottura del pino

Sul posto, si è recato anche l'assessore all'Ambiente del Municipio IX Marco Antonini. "Non è crollato un pino – ha premesso – bensì si sono rotti due grossi rami. Dev'essere stato a causa di un vento anomalo. Il legno infatti non si è spezzato in maniera netta, come si evince osservando i rami caduti. Le loro fibre sono tutte ritorte, e questo lascia pensare che ci sia stato una sorta di vortice di cui l'albero è rimasto vittima. Non si è trattato quindi di un episodio imputabile alla cattiva manutenzione" sottolinea l'assessore Antonini. "Vorrei anche far notare che il piano foglie, che ha comportato la rimozione degli aghi di pino nelle zone più critiche del quartiere, ha funzionato. Mostacciano ha retto e non si è allagata". 

I precedenti in via Mendozza

In passato, oltre alle rotture dei pini, sulla stessa strada era stato segnalato anche un altro curioso fenomeno: la formazione di una cascata. L'acqua, in quel caso   provenendo dalla parte alta della strada, si era riversata su via Mendozza e, complice la probabile ostruzione delle caditoie, aveva formato un fiume.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • Coronavirus, Lazio verso il coprifuoco e didattica a distanza parziale per le superiori. In arrivo un'ordinanza con i provvedimenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento