Venerdì, 30 Luglio 2021
Eur Spinaceto / Via Pontina

Municipio XII: i veleni nel centrosinistra celano scenari inesplorati?

Il Consigliere Siracusa replica ai manifesti, che lo accusano di connivenza con la maggioranza municipale. “Il PD mi critica perché insofferente rispetto alle mie denunce sui Punti Verde Qualità”

Federico Siracusa è una furia. Sono riusciti a mettere dei manifesti sotto la propria abitazione, il suo ufficio, ed addirittura a ridosso delle abitazioni dei suoi famigliari. E non sono certo elogi quelli che si leggono, con le scritte in bianco su uno sfondo marcatamente rosso, in buona parte del territorio.

Le accuse di connivenza. “Il malato e le sue stampelle. Il PdL che malgoverna il municipio è in crisi, ma tre consiglieri fuoriusciti dal PD (Culasso, Scielzi e Siracusa) votano con la destra tradendo i cittadini" si legge nelle locandine. Ed ancora “Basta con gli inciuci. Il Municipio merita di più".
E tanto è bastato, in effetti nemmeno troppo poco, a suscitare la reazione del Vice Presidente del Consiglio Municipale, in quota IdV.

Una guerra fratricida. “Si é aperta ufficialmente la campagna elettorale per la Presidenza del Municipio XII e nel centro sinistra é iniziata una guerra fratricida che non porterà niente di buono. Il tentativo di bruciare alcun candidature alla Presidenza del Municipio XII additandole alla pubblica piazza quali 'traditori' ha il triste sapore delle liste di proscrizione staliniste e cerca di nascondere la realtà dei fatti” commenta amaro Siracusa, tradendo contemporaneamente il desiderio, d’ uno dei tre consiglieri messi all’indice, di candidarsi come minisindaco.

Le denunce sui Punti Verde Qualità. “In sei anni di attività politica non mi era mai capitato di essere oggetto di un attacco così brutale e addirittura falso nei contenuti. L’affissione di manifesti offensivi ed intimidatori che alludono ad un comportamento scorretto di Federico Siracusa sono penosi e nascondono la profonda insofferenza causata dalle mie incalzanti e circostanziate denunce sul gravissimo scandalo dei Punti Verde Qualità che ha messo in seria difficoltà una classe politica che si è sentita processata. E da qui la reazione violenta”.
 
Comune a rischio dissesto
. “Questo attacco cerca di isolare ed intimidire chi da anni denuncia con forza la fallimentare gestione delle aree verdi comunali da parte del Comune di Roma, con il tentativo di alcuni clan malavitosi di spartirsi le aree verdi comunali dei Punti Verde Qualità – prosegue il capogruppo IdV -  Il buco nero dei Punti Verde Qualità nasce dalle generose fideiussioni rilasciate dal Comune di Roma per i finanziamenti concessi dalle banche ai privati per la cifra pazzesca di 600 milioni di euro, esponendo il Comune ad un serio rischio di dissesto finanziario”. Un tema che conosciamo e su cui Federico Siracusa si è realmente speso.

Nessuna solidarietà. “Mi sarei aspettato di trovare qualcun altro con cui partecipare in questa battaglia per la difesa delle aree verdi comunali, ma sono stato lasciato solo – come in effetti più volte ci ha confidato - Il centrosinistra ha dimostrato tutta la propria immaturità e sorprende il comportamento degli aspiranti candidati Presidente Riccardo Agostini e Andrea Santoro, per aver avallato, condiviso o non aver pubblicamente condannato l’affissione di manifesti ingiuriosi che lasceranno una profonda ferita all’interno del centrosinistra”. Sembra una chiamata alle armi. E quando succede, diventa inevitabile cercare i propri alleati. In questo caso, il compito è dei più semplici, visto che a disposizione ci sono già i nomi dei due consiglieri ex PD Scielzi e Culasso.

Il mistero del Tellene. Ed a proposito di quest’ultimo, Siracusa ricorda come” il Consigliere Augusto Culasso,  è ritenuto colpevole di aver chiesto il rispetto della legalità all’interno dell’impianto sportivo comunale Tellene, che avrebbe realizzato alcuni abusi edilizi sorprendentemente tollerati da parte dell’Amministrazione comunale. Ma ai padroni del vapore non si può parlare di alcuni centri sportivi, come anche quello della Città del rugby di Spinaceto”  conclude Siracusa, lasciando intendere che c’è ancora qualcosa da sapere, sulla Città del Rugby come sul Tellene.


Scenari inesplorati. Ad ogni modo, quale che sia la causa che ha scatenato la messa all’indice, è suonata come una provocazione. Difficile, per Siracusa, non replicare. Anche se a questo punto, ci chiediamo seriamente quali siano le ragioni per cui, il Vice Presidente del Consiglio Municipale, chiami in causa  le strutture sportive del territorio, per attaccare il gruppo PD. C’è forse  qualcosa che non sappiamo?
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Municipio XII: i veleni nel centrosinistra celano scenari inesplorati?

RomaToday è in caricamento