Martedì, 22 Giugno 2021
Eur Spinaceto / Via di Mezzocammino

Casal Brunori: mercato nuovo, problemi vecchi

Il nuovo plateatico, creato per far spazio al Punto Verde Qualità poi sequestrato, era stato spostato per garantire il decoro dell'area. Ma adesso, chi garantisce il decoro nella vallata di Casal Brunori?

Il mercato di Largo Sergi, poi spostato di qualche centinaio di metri, reca con sé un destino ineludibile.
 

Una difficile eredità. A prescindere dall’indubbia utilità di un mercato bisettimanale molto apprezzato nel quadrante, ci sono una serie di anomalie che vanno registrate e che, paradossalmente, sembra siano  state ereditate. Dal vecchio al nuovo, in un ideale e poco encomiabile passaggio di testimone, rimangono aperte alcune questioni.
I parcheggi, problematici già nella vecchia sede, dopo le enormi difficoltà riscontrate nella fase d’avvio, sono stati realizzati. Allargando, in maniera a dir poco sospetta, lo spazio in un primo tempo loro destinato. Ma in questo modo, sebbene la soluzione sembri  più declinarsi nell’accezione d’un compromesso,  che dal reale apporto di una lungimirante progettazione, rimane il fatto che i parcheggi, ora, ci sono.


Imballaggi in libertà. Un altro tema spinoso riguardava la presenza di buste e cartoni svolazzanti che, nel vecchio plateatico privo di recinzioni, erano soggetti alle folate di vento.  L’Associazione Amici del Parco, ma anche molti altri residenti, avevano più volte denunciato la continua presenza di questi imballaggi nell’area verde, poi massacrata dai lavori interrotti del Punto Verde Qualità. Ebbene, nonostante il nuovo mercato abbia le sospirate recinzioni, nei giorni di giovedì e sabato, è un fiorire di buste, sacchi, cartoni. Abbandonati per ore, talvolta per giorni dentro al plateatico. E spesso, come avvenuto anche oggi, lasciati a decomporsi (si fa per dire, servirebbero secoli) nella vallata di Casal Brunori, dunque esternamente rispetto all’area di mercato.
 

Le richieste dei residenti. Pertanto, il Comitato di Quartiere ha avanzato all’amministrazione un breve, quanto dettagliata elenco di operazioni da svolgere.
“Quello che chiediamo è che si applichino immediate soluzioni per il ripristino del decoro in tutte le aree esterne interessate dal mercato- ci fa sapere Roberto Simoncini, Consigliere del CdQ Casal Brunori – poi  la rapida presa in carico di AMA delle pulizie e dell'igenizzazione dell'area del mercato, infine chiediamo una diversa destinazione di parte dei fondi previsti dal contratto di quartiere Tre Pini - Mezzocammino per la definitiva sistemazione dell'area del mercato”. Ricordiamo che, con quei soldi, sono stati realizzati i marciapiedi senza scivolo di via Mezzocammino.  Un macchiano errore che l’Ufficio Tecnico ha prontamente corretto, dopo una valanga di critiche effettuate a mezzo stampa.


Da una vallata all'altra. Per quanto concerne il Contratto di Quartiere, Simoncini spiega bene quali siano le aspettative del CdQ “vorremmo  la sistemazione di alberature sull'area del parcheggio e su tutto il perimetro esterno del mercato – dove ora si concentrano le buste abbandonate - il ripristino vegetale delle pareti scoscese della valle, altrimenti soggette a naturale erosione e la delimitazione dell'area che oggi viene abusivamente utilizzata come parcheggio nella valle”. Parcheggio, si diceva, ricavato nella vallata, probabilmente senza le necessarie autorizzazioni.
In sostanza, il mercato è nuovo, ma i problemi rimangono gli stessi di quello vecchio. Forse sarà il caso di ricordare come, lo spostamento del plateatico, sia stato ammantato d’un illusorio carattere temporaneo. Transitorio.  Utile al completamento del Punto Verde Qualità di Largo Sergi. Ma poiché sappiamo com’è andata a finire, con la devastazione dell’intera  vallata nel Parco di Spinaceto, non vorremmo che il trasferimento recasse con sé lo stesso destino.  Questa volta per la vallata di Casal Brunori. Sarebbe la chiusura di un cerchio. E la mortificazione delle aree verdi nel quadrante. Da evitare.

 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casal Brunori: mercato nuovo, problemi vecchi

RomaToday è in caricamento