Venerdì, 30 Luglio 2021
Laurentino Laurentina / Via Ardeatina

Divino Amore, la stazione ferroviaria costerà 7 milioni: "Ora si acceleri la realizzazione"

In Regione si è tornati ad affrontare il tema della costruzione della stazione che consentirà di raggiungere Termini in un quarto d'ora

Dalla periferia sud di Roma alla stazione Termini in soli 15 minuti. Sembra un sogno, ed invece è possibile coprire la distanza in quei tempi. A condizione che sia realizzata una stazione ferroviaria al Divino Amore.

L'interrogazione in Regione

Il tema della sua costruzione è stato riportato all’attenzione della Regione Lazio  da un’interrogazione presentata da Fratelli d’Italia. Un'iniziativa che ha permesso di ottenere informazioni su costi e tipo di servizio, ch verrebbe gestito dall'ente governato da Nicola Zingaretti. “RFI ha sviluppato un documento finalizzato a valutare la fattibilità tecnica ed economica” ed è stata “approfondita la soluzione ottimale, che prevede l’ubicazione della stessa nell’abitato della Falcognana, con un parcheggio di scambio posto a sud della fermata” ha premesso l'assessore regionale Mauro Alessandri rispondendo all'interrogazione.

I costi e le nuove stazioni sulla Roma Formia

Sul piano finanziario, la realizzazione della fermata “dai primi approfondimenti - ha spiegato Alessandri in consiglio regionale - prevede un costo complessivo di circa 7 milioni di euro”. Va detto che la costruzione  di questa stazione, prevista sulla linea FL7, vale a dire sulla direzione Roma Formia Napoli, è al vaglio insieme ad altre opzioni. Sul tavolo di RFI erano infatti presenti tre ipotesi, Divino Amore ma anche Paglia Casale e Statuario. La prima e la terza sembrano le più probabili.
 
Non è escluso che, sulla tratta Roma Formia, si possano infatti creare due stazioni. Ma in questo caso, ha spiegato Alessandri comporterebbe “un basso livello di regolarità”. In altre  parole significherebbe “effettuare fermate con una cadenza iniziale esclusivamente oraria - ha precisato l’assessore ai trasporti - alternando quindi tra Divino Amore e Statuario con dieci fermate per la prima, per esempio, ed undici per la seconda”. 

Il rebus sui tempi di realizzazione

Chiarito l’aspetto dei costi ed ottenute indicazioni anche sul tipo di servizio previsto, resta da sciogliere il nodo relativo ai tempi di realizzazione. “La mozione è di tre anni orsono, la discussione in Consiglio Regionale c’è stata due anni fa, ma sui tempi di  realizzazione della stazione Divino Amore in località Falcognana, linea ferroviaria FL7-FL8, la Regione Lazio ancora non si pronuncia” hanno fatto notare Fabrizio Ghera, Andrea De Priamo e Massimiliano De Juliis, consiglieri di Fratelli D’Italia alla Pisana, in Comune e nel Municipio IX. All'ente governato di Zingaretti, che finirebbe per gestire il futuro servizio  è stato chiesto di accelerare i tempi per l'accordo con RFI che invece sarebbe responsabile dell'infrastruttura.  

I vantaggi dell'intervento

“L’opera è attesa da decenni e garantirebbe a circa 20.000 residenti di arrivare a Termini rapidamente, alleggerendo il traffico veicolare di quel quadrante metropolitano, incentivando l’uso del trasporto pubblico su ferro meno inquinante” hanno fatto notare i tre consiglieri di Fratelli d’Italia. Inoltre quell’intervento “rappresenterebbe  un importante collegamento per il santuario del Divino Amore anche in vista del Giubileo 2025”. Un motivo in più per accelerarne la realizzazione.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Divino Amore, la stazione ferroviaria costerà 7 milioni: "Ora si acceleri la realizzazione"

RomaToday è in caricamento