Laurentino Laurentina / Via del Casale di Vallerano

Roghi tossici a Fonte Laurentina: sgomberato l'insediamento abusivo

Dopo quella di marzo nuova operazione degli agenti del IX gruppo Eur. Identificate sei persone. Disposta la bonifica dell'area. A sostenere i costi i proprietari del terreno

Nelle scorse settimane più volte ci siamo occupati dei roghi del campo rom abusivo nella zona di Fonte Laurentina. Dopo le denunce dei residenti arriva oggi una nuova operazione di sgombero. Questa mattina infatti gli uomini del IX gruppo della Polizia locale di Roma Capitale si sono presentati sul posto ed hanno sgomberato l'insediamento abusivo, identificando contestualmente 6 persone.

A darne notizia è il presidente del muncipio Andrea Santoro: "Si stanno procedento anche alla rimozione di diverse tonnellate di rifiuti abbandonati", spiega Santoro. "E' stata poi contestualmente avviata la bonifica delle aree limitrofe all’accampamento, i cui costi saranno sostenuti interamente dai proprietari del terreno in accordo con Ama".

"Già nel marzo scorso", continua il minisindaco dell'Eur, "avevamo eseguito due interventi nell’area di Fonte Laurentina, chiudendo con barriere new jersey l’accesso ai varchi aperti abusivamente. Ora, con la bonifica dell’area da tutti i rifiuti – disposta per la prima volta da questa Amministrazione - siamo fiduciosi che non si verifichino più roghi dolosi. Voglio che sia tutelato il diritto alla salute degli abitanti del quartiere e, in accordo con la proprietà del terreno, vigileremo affinché nell’area si mantengano le condizioni di decoro e sicurezza".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roghi tossici a Fonte Laurentina: sgomberato l'insediamento abusivo

RomaToday è in caricamento