rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Laurentino Laurentina / Viale Ignazio Silone

Municipio IX: “I contraccettivi devono essere gratis per tutti”

Il Consiglio municipale si allinea alla campagna promossa dai consultori che prevede la gratuità dei contraccettivi. Cardillo: " Così facendo si riducono i costi umani ed economici delle interruzioni di gravidanza"

Procreazione responsabile, consultori più efficienti e prevenzione dell’aborto. Ma anche contraccettivi gratuiti per tutti ed educazione sessuale nelle scuole.  Il Municipio IX sostiene la mozione proposta dal centrosinistra  e di conseguenza fa propria l’iniziativa lanciata dalla Consulta dei Consultori, divenuta poi una petizione.

LA SESSUALITA' CONSAPEVOLE - “Abbiamo chiesto – fanno sapere le Consigliere Paola Vaccari (PD) e Sonia Cardillo (SEL) -  la piena attuazione delle leggi che istituiscono il Consultorio Familiare e che prevedono la somministrazione gratuita dei contraccettivi per tutti, italiani e stranieri, adulti e minori, al fine di tutelare il diritto di tutte le donne e di tutti gli uomini di vivere con consapevolezza la propria sessualità”.

IL RUOLO DEI CONSULTORI - “Il problema – ci spiega la Consigliera di SEL – è che i Consultori sono innanzitutto troppo pochi. Poi che gli operatori vanno in pensione e non vengono sostituiti. C’è anche da dire anche che si è diffusa  un’idea errata del ruolo svolto da questi presidi istituzionali, visti soprattutto come spazi dove ottenere  esclusivamente informazioni sull’interruzione della gravidanza. Ma in realtà, la funzione assolta è ben più ampia, e contempla sia l’aspetto dell’informazione che quello della necessaria prevenzione. Tuttavia è innegabile che, per essere efficaci, occorra anche garantire la gratuità di alcune analisi. Le donne e le ragazze che si rivolgono oggi ai Consultori – chiarisce la Consigliera Cardillo - magari sono anche interessate ad utilizzare moderni metodi contraccettivi, ma sono di fatto scoraggiate dal costo delle analisi”.

CONTRACCETTIVI GRATUITI - Da un lato quindi, ci sarebbero le spese da affrontare per le necessarie analisi cliniche, propedeutiche all’uso dei contraccettivi. Dall’altra i costi elevati, sul piano emotivo ed economico, per le interruzioni di gravidanza. In mezzo ai due estremi, il ruolo dei Consultori, “tre volte inferiori per numero rispetto alla normativa vigente” ricorda Sonia Cardillo. “Per questo, visto che c’è anche una petizione denominata ‘Contraccezione gratuita. Perché tutte le donne possano scegliere se avere figli, quando e quanti averne!’, abbiamo votato un documento che impegna il Presidente Santoro a chiedere al Sindaco ed all’assessore competente di attivarsi presso la Regione Lazio”. Per chiedere di facilitare l’accesso ai consultori, cui devono essere garantite le risorse necessarie. Anche al fine di offrire prestazioni gratuite “relative a tutti i mezzi contraccettivi, anche quelli più moderni e sicuri” ovviamente chiedendo che siano senza costo anche “ le analisi cliniche necessarie alla loro assunzione”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Municipio IX: “I contraccettivi devono essere gratis per tutti”

RomaToday è in caricamento