menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Laurentino: per il porta a porta si punta sulla partecipazione

Un monitoraggio a lungo termine ed uno più emergenziale. Il PD Laurentino invita i cittadini a contribuire al corretto conferimento dei rifiuti porta a porta, inviando segnalazioni via email

Laurentino è indubbiamente un quartiere in cui la gestione dei rifiuti é storicamente stata problematica. Non nasce con la raccolta porta a porta. Ma senz’altro con questa metodologia raggiunge livelli di notevole criticità. Per ovviare al disagio, per segnalare i casi di cattivo funzionamento o di presenza di immondizie fuori dai cassonetti, la sezione del PD Laurentino ha istituito un sistema di monitoraggio, potenzialmente replicabile anche in altri quartieri.

IL GRUPPO DI MONITORAGGIO - “Da circa un mese abbiamo costituito un gruppo che monitora varie strade nel  nostro territorio al fine di identificare i problemi inerenti la raccolta differenziata sia su strada sia  porta a porta – leggiamo in una nota del PD Laurentino - Analizziamo le situazioni e segnaliamo quelle di emergenza degrado all'Assessorato, inoltrando anche suggerimenti e richieste di chiarimenti, informazioni sui vari servizi e disservizi che vengono riscontrati.
Abbiamo già delle persone che si occupano di varie strade qui a noi adiacenti. Tuttavia riuscire ad integrare ed unire le forze in tale lavoro potrebbe essere utile anche perché più siamo, più idee ci sono e più velocemente possiamo far migliorare la situazione”.

IN CASO DI EMERGENZE - Dal punto di vista operativo, le modalità di comunicazione sono state divise in due categorie. C’è pertanto la segnalazione dell’emergenza rifiuti. In questo caso si può inviare l’email al gruppo-rifiuti@pdlaurentino.it . Va precisata nell’oggetto dell’email la dicitura “segnalazione emergenza rifiuti”.  E va indicato il giorno, l’ora, l’indirizzo con numero civico, il tipo di utenza (privata o commerciale) e se possibile la frazione di rifiuti abbandonata (carta, umido, plastica). La segnalazione viene poi girata all’Assessore Stazi che a quel punto dovrebbe provvedere  a sollecitare AMA.

MONITORAGGIO SETTIMANALE - La  seconda modalità è invece destinata a situazioni non emergenziali. La finalità  è quella di effettuare un monitoraggio più costante per capire, qualora vi siano,  quali sono gli elementi di  perdurante criticità.  In questo caso nell’oggetto dell’email va specificato che si tratta di una “comunicazione sulla situazione dei rifiuti” e va inviata, dal cittadino volenteroso, con cadenza settimanale. Sarà una sorta di report sulla situazione riguardante “il proprio indirizzo abitativo o anche di ulteriori strade che in maniera giornaliera potranno essere monitorate dall'utente stesso” leggiamo nell’informativa diramata dal PD Laurentino. L’indirizzo email è lo stesso di quello precedentemente indicato ed in questo caso, il referente dovrà indicare data,  ora, strada monitorata e descrizione della situazione riscontrata”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Notizie

Blocco traffico a Roma: domenica 24 gennaio niente auto nella fascia verde

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

  • De Magna e beve

    12 "vizi" artigianali: nuovo regno del tiramisù apre a Roma

  • De Magna e beve

    Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento