rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Laurentino Cecchignola / Via Tommaso Arcidiacono

L'isola ambientale anti-traffico si farà: il Comune impegna quasi 1 milione di euro

Il progetto arriva dal bilancio partecipativo del 2019 e inizialmente erano stati stanziati poco più di 500mila euro

Quando verrà realizzata concretamente non è ancora chiaro, ma il 2023 potrebbe essere l'anno buono per vedere - dopo 4 anni - l'isola ambientale a Fonte Meravigliosa, come deciso dal bilancio partecipativo della giunta Raggi. A fine 2022, al fotofinish prima che i fondi si perdessero definitivamente, il dipartimento mobilità sostenibile e trasporti di Roma Capitale ha impegnato i soldi per realizzarla e adesso i cittadini attendono l'inizio dell'intervento.

Parliamo di un'operazione anti-traffico in un quadrante molto congestionato, delimitato da via di Casale Zola, via Tommaso Arcidiacono, via Gradi e via Ferruzzi, con circa 1.000 auto ogni ora, ogni giorno. Lo scopo dell'isola ambientale è quello di mettere al centro i pedoni e i ciclisti e di far rallentare chi guida l'auto, tra zone 30, divieti di sosta, sensi unici, più mezzi pubblici e più illuminazione.

"La progettazione esecutiva era stata consegnata nel dicembre 2021 da Roma Servizi per la Mobilità - ricorda Carla Canale, consigliera della Civica Raggi in IX municipio ed ex presidente del comitato di quartiere di Vigna Murata - ci sono però voluti interrogazioni, ordini del giorno al bilancio 2022 e accessi agli atti da parte mia e da parte dei colleghi capitolini De Santis, Raggi, Meleo, Diaco e Ferrara, oltre a una petizione presentata al sindaco Gualtieri e all’assemblea capitolina, con 1.317 firme di cittadini a corredo, affinché venisse prima messo l’importo necessario nel bilancio di assestamento a luglio 2022, in quanto la previsione originaria non era sufficiente, e poi si impegnassero i fondi previsti". 

All'inizio, infatti, la cifra predisposta era pari a circa 500.000 euro, ma col tempo ci si è resi conto che non sarebbe mai stata sufficiente per portare a termine il progetto, come tra l'altro spiegava la presidente del IX Titti Di Salvo un anno fa: "Dopo la conferenza dei servizi indetta nel 2021 e conclusasi con l'approvazione, il costo complessivo è salito". Il disco verde per l'impegno delle risorse, salite a 975.000 euro, è arrivato alla fine del 2022 da parte del dipartimento mobilità e trasporti, con l'approvazione del progetto esecutivo e il disciplinare d'incarico a Roma Servizi per la Mobilità.

"La previsione si trasformerà presto in realtà - aggiunge Carla Canale - grazie al lavoro incessante fatto in questi anni da tutti i residenti coinvolti dalla esperienza del bilancio partecipativo voluto dall’amministrazione Raggi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'isola ambientale anti-traffico si farà: il Comune impegna quasi 1 milione di euro

RomaToday è in caricamento