Laurentino Eur / Via Laurentina

Fonte Laurentina, le scuole terminate restano chiuse. Monta la protesta dei cittadini

I residenti di Fonte Laurentina tornano a chiedere di aprire le scuole realizzate a Tor Pagnotta Due. "Permetterebbe ai nostri figli di frequentare le scuole del quartiere". Con ricadute positive anche sui flussi di traffico

A Fonte Laurentina la crescita demografica è inevitabile. Si tratta di un quartiere relativamente giovane, cui si sta aggiungendo una fetta importante di abitato: Tor Pagnotta Due. Le opere che accompagnano la nuova urbanizzazione tardano  però ad arrivare. Alcune sono pronte, come nel caso delle scuole. Il ponte sul Raccordo e la rotatoria invece ancora no. Ed anche se sembra paradossale, i ritardi nelle seconde inficiano l'utilizzo delle prime.

DUE TEMI LEGATI - Per protestare contro una condizione che si protrae da alcuni anni, il Comitato di Quartiere di Fonte Laurentina ha lanciato una petizione a cui in poche ore hanno aderito oltre quattrocento cittadini. Nella raccolta firme, si cita espressamente il binomio "scuole e mobilità". Temi che l'amministrazione ben conosce, e che sono stati sottoposti anche all'ex Sindaco Marino, in occasione dell'ultima visita realizzata nel quartiere.  "Scuole e mobilità a Fonte Laurentina: 

L'APERTURA DELLE SCUOLE - "Le scuole ad oggi operative sono palesemente scarse e con grossi problemi costruttivi che ne impediscono un pieno utilizzo. Il fatto più grave è sapere che nell'area Tor Pagnotta 2 ci sarebbero le necessarie strutture scolastiche – leggiamo nella petizione – eppure, sebbene siano completate, non vengono consegnate e aperte solo perché si attende da anni sia terminata la viabilità limitrofa ed il  famoso corridoio della mobilità pubblica della via Laurentina".

LE SCUOLE ED IL TRAFFICO - L'assenza di questi interventi infrastrutturali, ha ricadute negative anche sul traffico della consolare. Aprire le scuole invece, consentirebbe di non dover più raggiungere gli altri quartieri. Liberando la strada dalle macchine. Per questo "i firmatari della petizione – leggiamo nel corpo del testo -  intendono rappresentare la propria indignazione e sollecitare la consegna delle scuole secondaria di primo grado e dell'infanzia entro la fine dell'anno 2015, in maniera da renderle fruibili dall'anno scolastico 2016-17".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fonte Laurentina, le scuole terminate restano chiuse. Monta la protesta dei cittadini

RomaToday è in caricamento