EurToday

Fonte Laurentina, spuntano gli orti sospesi: “Sono destinati all’equilibrio psicofisico”

Dopo l’Orto st’Orto e gli Orti Urbani, a Fonte Laurentina è stata lanciata un’altra iniziativa. Romano (Ass. Casali della Memoria): “Sono orti sospesi, come lo siamo noi del resto”

Un orto sospeso con spaventapasseri in via Amaldi

La passione per l’orticultura non conosce limiti. A Fonte Laurentina c’è chi ha trovato il modo di prendersi cura di piante e semini, nel rispetto delle disposizioni finalizzate al contenimento del nuovo Coronavirus.

Gli orti sospesi

Su un balcone di via Edoardo Amaldi, a pochi passi di distanza dal parco di Pontecorvo, la tradizione orticola del quartiere ha trovato nuova linfa. In un vaso di plastica un residente ha sistemato delle piantine e, con un pennarello, ha chiarito il senso dell’iniziativa. In quel contenitore è possibile prendere ma anche donare.

A disposizione della collettività

Sono stati piantati, in vasi ricavati anche da vecchie bottiglie di plastica, prezzemolo, basiico, orginano. Fagioli cannellini, insalate e menta romana.“Chi porta – si legge in un cartello che spiega il senso dell’Orto Sospeso – può lasciare semi o piccole piante di ortaggi ed aromatiche”. Ma è anche possibile prendere quelle che lì vengono messe a disposizione. Ed è inoltre previsto anche il baratto, esclusivamente di “semi di peperoncino”.  Ovviamente possono beneficiarne solo le persone che sono di passaggio “magari di ritorno dal supermercato o diretti alla vicina area cani, perché – ha precisato chi ha pensato a quest’iniziativa – vanno garantite le distanze ed evitati sempre possibili assembramenti”.

Gli orti ed il benessere psicofisico

“E’un modo per proseguire con la tradizione degli orti. In tempo di guerra gli orti urbani erano realizzati anche nel centro storico, negli ultimi anni sono proliferati anche nei quartieri periferici – ha ricordato Romano – ed il nostro non ha fatto eccezione. Questi però sono orti da balcone, da ringhiere. Vengono sistemati sulle pareti delle palazzine. Sono orti sospesi, come lo siamo noi del resto. E non servono a garantire la sopravvivenza alimentari perché sono destinati all’equilibrio ed al benessere psicofisico di chi, ormai da un mese, resta all’interno della propria abitazione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sala è piena di pubblico senza mascherina: la “bolla” del Costanzo Show fa infuriare i social

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento