Laurentino

Fonte Laurentina: il quartiere “imprigionato” domani scende in piazza

Prosegue il caos dopo l'inaugurazione del raddoppio della Laurentina. In corso le trattative per sbloccare il collegamento via Pia Nalli – via Castel di Leva. Intanto domani il quartiere scende in piazza

Continua la prigionia degli abitanti di Fonte Laurentina che dall'inaugurazione del raddoppio della Laurentina di venerdì scorso sono costretti a percorsi assurdi e code estenuanti per poter entrare o uscire dal proprio quartiere.

Febbrili proseguono le trattative per trovare una soluzione al caos generatosi dalla chiusura dello svincolo verso il quartiere in direzione Trigoria. I cittadini, esasperati,  hanno nel frattempo programmato una manifestazione per domani alle ore 18.00 in via Bruno de Finetti. I commercianti del quartiere hanno già preannunciato la chiusura degli esercizi commerciali in segno di solidarietà con i manifestanti.

La manifestazione, promossa dal Vice Presidente del Consiglio del Municipio XII Federico Siracusa, punta alla “riapertura immediata della Via Laurentina in direzione Trigoria e Vallerano mediante la realizzazione di una rotatoria; l’apertura di Via Giovanni Lampariello all’intersezione con Via Pia Nalli, che permetterà di collegare Fonte Laurentina con i quartieri di Castel di Leva, Tor Pagnotta 2 e Casal Fattoria; l’inizio urgente dei lavori necessari a fluidificare il traffico all’altezza di Via Boccabelli, Via Acqua Acetosa Ostiense e Via di Tor Pagnotta (Via Laurentina tratto interno del Grande Raccordo Anulare)”.

Intanto degli spiragli sembrano aprirsi nella trattativa che va avanti tra il municipio e i responsabili del cantiere di Tor Pagnotta 2 per aprire la strada che collega via Pia Nalli a via Castel di Leva. Stando ad indiscrezioni raccolte, un accordo sarebbe stato raggiunto e i lavori potrebbero già iniziare nella notte. Facciamo però un riepilogo delle trattative.

Le trattative con i responsabili del cantiere vanno avanti da circa un mese. Il municipio infatti ha provato a cercare un accordo con il responsabile del cantiere di Tor Pagnotta 2 per poter aprire la strada via Nalli – via Castel di Leva. Un accordo però che non è sopraggiunto, per motivazioni giudicate futili e strumentali da parte del Comitato di quartiere.

Nel frattempo, il Municipio ad inaugurazione sopraggiunta e a “prigionia” iniziata, stretto dall'urgenza degli eventi ha provato a percorrere un'altra strada. In pratica si è provato a verificare la fattibilità dell'apertura di una rotatoria all'altezza di Fonte Laurentina, per poter garantire la svolta a sinistra ai residenti ed il conseguente ingresso nel quartiere. I responsabili dei lavori sulla Laurentina hanno aperto uno spiraglio nei giorni scorsi, mettendo in moto le verifiche del caso.

Intanto però oggi sono giunte buone notizie dalla trattativa per l'apertura della strada Via Nalli, via di Castel di Leva. Infatti ieri dopo un incontro con il presidente del Municipio, il consigliere Caggiano e i rappresentanti del comitato di quartiere, i responsabili del cantiere di Tor Pagnotta avrebbero detto sì. Si spera quindi che la prigionia possa finire nei prossimi giorni.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fonte Laurentina: il quartiere “imprigionato” domani scende in piazza

RomaToday è in caricamento