Laurentino Laurentina / Via Laurentina

Filobus Laurentina-Tor Pagnotta: ecco tutte le opere che restano da completare

Ponticello, preferenziale e rampa di collegamento: i nodi da sciogliere

I lavori propedeutici al completamento del ponte

Nuovo sopralluogo per verificare l'avanzamento dei lavori del corridoio Laurentina Tor Pagnotta. Dopo il passaggio della Sindaca e dell'Assessora Meleo, è stata la volta della Commissione mobilità. Accompagnati dai tecnici di Roma Metropolitane e dei dipartimenti competenti, i consiglieri capitolini hanno preso nota dei ritardi accumulati e dei lavori che occorre ancora completare per realizzare l'agognato filobus.

La rampa da costruire

Il principale intervento da realizzare, riguarda la rampa di collegamento tra il ponte che attraversa il GRA ed il versante di Tor Pagnotta. "E' chiaro che è l'opera più complessa che è rimasta da realizzare -  hanno spiegato i tecnici - ma una volta che sarà terminata si aprirà il ponte". La difficoltà qui si è riscontrata per l'indisponibilità, del consorzio Tor Pagnotta 2, di andare oltre la realizzazione del cavalcavia. Sarà quindi finanziata con le risorse a disposizione dell'appalto per il Corridoio - hanno chiarito i tecnici. E per farlo "è già stata approvata la variante al progetto". Resta tuttavia da compiere un passaggio importante. Ad oggi infatti il tratto interessato ancora non è stato acquisito al patrimonio. Superato questo step "i lavori potranno essere completati nel giro di otto mesi".

Le altre opere

Ma per veder funzionare i filobus su via Laurentina, non basta completare l'acquisizione e poi realizzare questa fondamentale rampa. Bisogna anche rifare il ponticello, di modeste dimensioni, che attraversa il fosso del Vallerano. Buone notizie invece per quanto riguarda il sottopasso che doveva realizzare Parsitalia. A prescindere dall'esito dei lavori, la parte in superficie che interessa il passaggio del filobus è stata completata.  Ed è quindi pronta per l'utilizzo. 

La corsia preferenziale

Da sciogliere infine un altro nodo, quello della preferenziale tra via dell'Umanesimo e la stazione metropolitana di Eur-Laurentina. Per quel tratto l'Agenzia per la mobilità  ha trasmesso uno studio che però non piace ai consiglieri pentastellati. Il passaggio del filobus in sede protetta, viene previsto solo abbattendo gli alberi della corsia centrale.  Un'opzione che è stata sonoramente bocciata. "Voglio leggere le motivazioni per cui non si può fare diversamente  – ha obiettato la consigliere Alessandra Agnello –  perchè lo spazio c'è. Quella proposta ai comitati non piace ed il progetto è già stato bocciato". D'altra parte, come  sottolineato anche dalla collega penstastella Alisia Mariani "rimarrebbe una corsia preferenziale ed un'altra per le auto, come avviene nel resto della Laurentina". Si tratta quindi di risolvere una vecchia questione rispolverata lo scorso marzo.

Il prolungamento del filobus

"Se consideriamo che i lavori per questo filobus sono partiti nel 2011, mi sembra paradossale che ancora oggi non siano terminati - ha commentato Carlo Andrea Tortorelli di Roma Underground - in dieci anni si è risciuti a fare la Metro C. Qui invece l'idea originaria di creare una fermata metropolitana a Trigoria non è mai partita. E per quanto riguarda l'opera se continuano di questo passo non sarà pronta prima del marzo 2019. Oggi, in un giorno feriale, sul cantiere per la rampa, stavano lavorando tre operai". Al vaglio della commmissione, anche la proposta di prolungare il percorso del filobus fino a Casal Fattoria. "Abbiamo avanzato questo suggerimento - ha aggiunto Tortorelli - per evitare che i residenti di quel quartiere debbano percorrere un chilometro in mezzo alla campagna". Per raggiungere Casal Fattoria però, il filobus dovrà abbandonare la modalità elettrificata e procedere, nell'eventualità l'idea sia approvata, utilizzando il motore diesel. Tempo per valutare la proposta c'è. A condizione che non si perda altro tempo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Filobus Laurentina-Tor Pagnotta: ecco tutte le opere che restano da completare

RomaToday è in caricamento