rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Eur Laurentina / Viale Ignazio Silone

Fonte Ostiense, De Juliis: “Il porta a porta rischia di naufragare”

La problematica dislocazione dei bidoncini, unita alla loro carenza, fa suonare un campanello d'allarme. De Juliis "C'è un'assenza totale di coordinamento da parte del Presidente e del suo Vice"

Con lentezza, e sicuramente in ritardo rispetto alla data annunciata, la raccolta porta a porta è stata avviata nel territorio municipale. Non certo senza difficoltà. I disagi, espressi dai residenti durante gli incontri con AMA, non sembra siano stati del tutto superati. Mentre si attende, per venerdì 13, la comunicazione sul secondo gruppo interessato dalla nuova gestione dei rifiuti.

I NODI IRRISOLTI - “Nessuno ha affrontato le forti criticità relative all'avvio della raccolta Porta a Porta sul Municipio IX Eur che a tutt'oggi, purtroppo, non funziona – premette il Vice Presidente della Commissione Ambiente Massimiliano De Juliis - Infatti sono tantissime le segnalazioni che provengono da cittadini e comitati che sottolineano ancora l'assenza di spazi definiti per i contenitori, della mancanza di alcune tipologie di bidoncini, della mancata raccolta da parte di AMA in alcune giornate e tali problematiche sono state affrontate in ordine sparso solo dai singoli cittadini e comitati mentre c'è una assenza totale di coordinamento del Presidente e dell'assessore all'ambiente”.
 
I CASSONETTI STRADALI - “Per questo abbiamo richiesto al Presidente Santoro, nei giorni scorsi, di prorogare almeno a fine settembre la data di ritiro dei cassonetti stradali per dare modo di risolvere le problematiche presenti e perfezionare il funzionamento della raccolta porta a porta. Ad oggi invece vediamo che il ritiro dei cassonetti stradali procede spedito senza aver risolto a monte i problemi pertanto chiediamo un intervento immediato, per sospendere il ritiro dei cassonetti stradali, e ascoltare tutte le problematiche dei cittadini attraverso la convocazione dei singoli comitati”.

LA POLEMICA A DISTANZA - Una stoccata, infine, viene indirizzata anche all’Assessore all’Ambiente, già bersaglio del centrodestra municipale per la vicenda legata a Falcognana. “Dispiace inoltre che l'assessore Stazi, sul tema dei rifiuti,  parli di sindrome di Nimby relativamente al comportamento del PDL sulla discarica – osserva il Consigliere PdL Gino Alleori -  Noi siamo stati sempre presenti al fianco dei cittadini su ogni battaglia relativa alle ipotesi di discariche metrre nessuno lo ha mai visto presente quando la battaglia era relativa alla Solfatara, né quando era relativa a Porta Medaglia ne tantomeno per Selvotta ed oggi per Falcognana. Dispiace, inoltre, che nella sua replica non vi sia una riga relativa a fatti concreti il che conferma la nostra opinione sul suo operato”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fonte Ostiense, De Juliis: “Il porta a porta rischia di naufragare”

RomaToday è in caricamento