rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Eur Eur / Via Laurentina

Mobilità a Trigoria, poche corse e traffico in tilt: “i residenti sono allo stremo”

Gli abitanti del quadrante sono costretti ad utilizzare l’auto per qualsiasi spostamento. Restando vittime del traffico. Mentre di far arrivare il filobus a Trigoria, non se ne parla più nemmeno

La mobilità è un tema caro a buona parte dei quartieri compresi fuori dal GRA. Le varie consolari, come la Pontina, la Laurentina, l’Ardeatina, ogni giorno mostrano sempre più evidenti limiti. Gli insediamenti urbanistici, più o meno ordinatamente, sono cresciuti. Senza però che vi corrispondesse un adeguamento stradale. Con le ricadute che i residenti di questo quadrante extra Raccordo Anulare, ben conoscono.

FORTI RALLENTAMENTI - “Già da due giorni Via di Trigoria appare come un unico serpentone di auto che si dirama dalla Via Pontina fino alla Via Laurentina. La causa – spiega Laura Pasetti dell’Associazione Laurentes – sono i lavori sulla Pontina all’altezza dello svincolo di Castel Romano. In un quartiere che si sviluppa prevalentemente intorno alla sua arteria principale è facile generare caos e fortissimi rallentamenti, facilitati dalle solite auto in doppia fila, e dalla pioggia incessante che riapre costantemente le buche rattoppate sull’asfalto”.

NESSUNA NAVETTA - Ma i problemi derivanti da un traffico congestionato, non sono in alcun modo mitigati dall’utilizzo del trasporto pubblico. “A Trigoria Alta la linea  ATAC più vicina, a circa800 metri passa in media ogni 40 minuti.  Qui, i residenti sono allo stremo. Negli ultimi tempi si è cercato in vari modi di sollecitare le istituzioni affinchè l’ex elegante agglomerato di case che conta più di 3.500 persone e si snoda per più  14 chilometri di strade e stradine interne – ricorda Pasetti -  possa essere ricongiunto alla vicina borgata tramite una navetta che raccolga l’utenza appiedata, ma senza alcun successo”.  

TRASPORTO PUBBLICO - Problemi ci sono anche per quanti, dalla zona residenziale di Trigoria Alta, vorrebbero raggiungere i più vicini centri commerciali. “Castel Romano Outlet e lo shopping Village sono allo stato raggiungibili solo con auto private – fa notare Pasetti – per arrivare con una linea pubblica è necessario arrivare a Termini e salire su una navetta dedicata oppure da Metro Laurentina con un pullman COTRAL  direzione  Latina. L’alternativa è uno slalom mortale a piedi  tra TIR da corsa,  radici di pini secolari e trans in agguato, senza un briciolo di illuminazione pubblica”.

IL FILOBUS - Se però Atene piange, Sparta non ride. Ed infatti “non va meglio dalla parte estrema del quartiere – osserva la Presidente di Laurentes – dove  Via Gutenberg fa il paio con Trigoria Alta per la assoluta carenza di trasporti pubblici, fermate e  cavalcavia per attraversare la Laurentina”. L’augurio, per il 2014, è che questo quadrante in sofferenza sul piano della mobilità, possa trovare i giusti correttivi da parte dell’amministrazione. Che avrà comunque un bel daffare visto che l’unico intervento di potenziamento del trasporto pubblico, il corridoio della mobilità, ha manifestato tutta la sua straordinaria efficacia. Pari a zero.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilità a Trigoria, poche corse e traffico in tilt: “i residenti sono allo stremo”

RomaToday è in caricamento