rotate-mobile
Eur Eur / Piazzale dell'Umanesimo

Eur: al laghetto con 10 ovuli di eroina nello stomaco, arrestato

Un 37enne è stato fermato dai Carabinieri e condotto al Sant'Eugenio per accertamenti: nello stomaco, per eludere i controlli, trasportava dieci ovuli di eroina

Quello degli ovuli di droga nello stomaco è uno stratagemma pericolosissimo usato dai pusher per trasportare le dosi da un posto all'altro ed eludere i controlli delle forze dell'ordine. Lo stesso messo in atto da un cittadino nigeriano di 37 anni fermato ieri sera dai Carabinieri in Piazzale dell'Umanesimo, nei pressi del laghetto dell'Eur. L’uomo, i cui strani movimenti erano stati notati dai militari in Piazzale dell’Umanesimo, è stato controllato.

La perquisizione, in un primo momento, ha dato esito negativo, ma gli agenti hanno voluto vederci chiaro in virtù del forte nervosismo che l’uomo stava palesando durante le operazioni. Il 37enne, quindi, è stato accompagnato all’Ospedale "Sant’Eugenio" dove, grazie agli accertamenti radiografici, è stato scoperto il "tesoro" che stava trasportando nello stomaco: 10 ovuli termosaldati contenenti complessivamente 130 grammi di eroina.

Lo stratagemma viene utilizzato dai pusher per trasportare le dosi da un posto all’altro ed eludere i controlli delle forze dell’ordine, apparentemente senza rendersi conto del forte pericolo cui sottopongono le loro vite: qualora, infatti, uno degli involucri si aprisse riversando l’eroina direttamente nello stomaco per loro significherebbe morte certa. Evacuati gli ovuli, il cittadino nigeriano arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, è stato associato al carcere di Regina Coeli, dove rimarrà a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eur: al laghetto con 10 ovuli di eroina nello stomaco, arrestato

RomaToday è in caricamento