Eur Eur / Piazza SS. Pietro e Paolo

Prostizione all'EUR: per il Municipio XII serve una legge nazionale

Quatto quattro presidenti municipali, incontrano i cittadini nella basilica di SS. Pietro e Paolo per lanciare la raccolta firme a sostegno d’una legge che introduca il reato di prostituzione

La prostituzione nel Pentagono dell’EUR sta divenendo, come più volte sottolineato, un fenomeno particolarmente inviso ai residenti. Il suo acuirsi, il suo diffondersi anche in fasce orarie diurne, arrivando spesso a configurare vere e proprie forme di sfruttamento minorile; l’insieme di queste problematiche han fatto sì che, nell’agenda politica del Municipio XII, sia entrate con forza ed in maniera bilaterale, la necessità di arginare il fenomeno, rispondendo concretamente alle rimostranze dei residenti.


Bocciata ZTL notturna. Dapprima la proposta, elaborata dalla Consigliera Matilde Spadaro (Sinistra e Arcobaleno) insieme al Consigliere Vincenzo Vecchio ed Andrea Santoro (PD) di istituire una ZTL notturna, con annesso il ripristino, richiesto dal PD, dei servizi socio assistenziali di strada.

Maggiori Controlli. Poi, scartata la mozione dell’opposizione, è arrivata la proposta del PDL: rafforzamento dei controlli, applicazioni delle leggi esistenti, come ci spiegava il  Consigliere Pietrangelo Massaro, ed una petizione per far uscire dai cassetti del Parlamento, una proposta di legge sull’introduzione del reato di prostituzione.

Il Municipio XII lancia una raccolta firme. E proprio per lanciare questa iniziativa, domani, martedì 15 maggio, dalle ore 18, i presidenti di quattro municipi, incontranno i cittadini nella basilica di SS. Pietro e Paolo.
Calzetta, Bonelli, Vizzani e Giannini, minisindaci rispettivamente dei municipi XII, IV, XIII e XVIII, lanceranno la raccolta di firme a sostegno del Disegno di Legge 1079 che introduce il reato di prostituzione  nei luoghi aperti al pubblico,  con pene certe anche per i clienti che ne alimentano il mercato. Nel corso dell’incontro, cui prenderanno parte anche esponenti delle forze dell’ordine, saranno presentati, in attesa di una normativa a carattere nazionale, anche gli sforzi prodotti dall’amministrazione capitolina nel tentativo di arginare il fenomeno. La cui eliminazione, si ricorderà, durante l’ultima campagna elettorale cittadina, era stata considerata necessaria. Ed impellente.  
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prostizione all'EUR: per il Municipio XII serve una legge nazionale

RomaToday è in caricamento